Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

ADOTTA UN LIBRO #18 : La Psichiatra di Wulf Dorn

Siete pronti a scoprire una nuova lettura con il nostro consueto appuntamento settimanale di #adottaunlibro?
Oggi voglio presentarvi un romanzo che sarà sicuramente capace di entrare nella vostra mente senza troppi preamboli; La Psichiatra vi terrà con il fiato sospeso e con l'adrenalina fissa in corpo dalla prima all'ultima pagina.
Se siete particolarmente suscettibili, non leggetelo prima di andare a dormire!


Casa Editrice : Corbaccio
Prezzo : 18.60€
Pagine : 399
Lavorare in un ospedale psichiatrico è difficile.
Ogni giorno la dottoresa Ellen Roth si scontra con un'umanità reietta, con la sofferenza più indicibile, con il buio della mente.
Tuttavia, a questo caso non era preparata: la stanza numero 7 è satura di terrore, la paziente rannicchiata ai suoi piedi è stata picchiata, seviziata.
E' chiusa in se stessa, mugola parole senza senso.
Dice che l' Uomo Nero la sta cercando.
La sua voce è raccapricciante, è la voce di una bambina in un corpo da donna: le sussurra che adesso prenderà anche lei, Ellen, perchè nessuno può sfuggire all'Uomo Nero.
E quando il giorno dopo la paziente scompare dall'ospedale senza lasciare traccia, per Ellen comincia l'incubo.
Nessuno l'ha vista uscire, nessuno l'aveva vista entrare. Ellen la vuole rintracciare a tutti i costi, ma viene coinvolta in un macabro gioco da cui non sa come uscire.
Chi è quella donna? Cosa le è successo? 
E chi è veramente l'Uomo Nero?
Ellen non può fare altro che tentare di mettere insieme le tessere di un puzzle diabolico, mentre precipita in un abisso di violenza, paranoia e angoscia.
Eppure sa che, alla fine, tutti i nodi verranno al pettine..

« Non credere a nessuno. Non fidarti nemmeno di te stesso. 
Non cercare la verità. Sarà la verità a trovare te.. »

Storia: 8 | Personaggi: 8 | Stile: 8 | Copertina: 9

Ho acquistato La Psichiatra soprattutto per sfizio, colpita dalla sua copertina e dal fondamentale fatto di essere sempre stata fortemente attratta da romanzi con risvolti, direttamente ed indirettamente, psicologici. 
Non avevo particolari aspettative e, come nella migliore delle speranze da lettore, questo libro mi ha letteralmente conquistata, pagina dopo pagina. 
La descrizione di ogni personaggio è resa molto vivida grazie alla sua quasi ossessiva precisione; come, d'altro lato, le visioni delle diverse ed eterogenee ambientazioni ed i vari stati d'animo che si alternano e susseguono durante la narrazione sono presentati allo sguardo del lettore in una tangibile realtà che ben si avvicina ad una perfetta presentazione cinematografica. 
Quello che per me rappresenta il vero asso nella manica di questo romanzo e che maggiormente mi ha colpito durante la lettura delle sue pagine è come l'autore riesco a non entrare mai troppo nel dettaglio, come conseguentemente preferisca lasciare sempre qualche punto in sospeso, qualche dubbio, qualche essenziale incertezza che, inevitabilmente, mi hanno tenuta sveglia fino a tarda notte. 
Poi l'esplosione finale; quell'epilogo tanto atteso, tanto pensato e costruito da mille teorie diverse esplode letteralmente attraverso parole, pensieri, ricordi e sentimenti lasciando il lettore quasi impotente e sicuramente senza parole. 
Infatti, tutto quello che era stato presentato, proposto e parzialmente ( anche magistralmente! ) mostrato nei capitolo precedenti non era altro che una piccolissima, quasi infinitesimale parte di una cruda, potente e disarmante realtà che si cela dietro La Psichiatra.
Lo stile di Dorn è pragmatico, diretto e sostanzialmente evocativo tanto da indurre il lettore a procedere imperterrito nella lettura, capitolo dopo capitolo. Fermasi diventa molto difficile!
Come accade con i migliori thriller psicologici, anche La Psichiatra riesce ad aprire una varco ed inserirsi naturalmente nelle zone più oscure dell'animo e della mente umana, riuscendo a metterne in evidenza paure e timori, dubbi ed incertezze che rappresentano perfettamente ogni nostra piccola sfaccettatura.
Avete letto questo romanzo? O altri di Dorn? Cosa ne pensate della sua Psichiatra?
Come procedono le vostre adozioni attraverso questa rubrica?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti :)
Cristina

6 commenti

  1. Ciao Cristina! Ti dirò, io gli ho dato solo una stellina >-< La storia potrebbe essere intrigante ma troppo scontata e intuitiva per i miei gusti di lettrice, e non mi è piaciuto affatto lo stile dell'autore, troppo superficiale nei punti in cui occorrevano delle prove e degli approfondimenti. Ovviamente, de gustibus, ma per ora non credo mi butterò su qualcos'altro di questo autore ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo capisco. Forse dipende anche dal momento e stato d'animo con cui una persona si approccia ad un libro. Io ricordo di aver bisogno di qualcosa che mi servisse da distrazione e, come scritto, non avendo particolari aspettative mi sono trovata discretamente bene! ^^

      Elimina
  2. Io l'ho acquistato tanto tempo fa, ma non l'ho ancora letto. Solitamente questo genere di libri mi piacciono da impazzire, spero che anche questo riesca a conquistarmi, come è successo a te! ^^

    RispondiElimina
  3. L'ho sul mio scaffale, ma ancora devo leggerlo!! credo che sarà il mio proimo thriller *^* non vedo l'ora!!

    RispondiElimina
  4. Una bella storia, ma non mi ha fatto impazzire!!!! Comunque complimenti scrivi sempre belle recensioni!!!!
    Un bacio Rosa

    RispondiElimina
  5. Storia carina, ma nulla di più. mi aspettavo di meglio, però resta una lettura consigliata secondo me

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top