Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

RECENSIONE: L'Ombra del Silenzio di Kate Morton

E ancora una volta, Kate Morton si conferma una delle scrittrici contemporanee che sento più affini alla mia personale idea di romanzo; quel genere di romanzo capace di sconvolgere ogni tua ogni realtà ed ogni teoria che costruita con oculata convinzione e ragione durante la lettura.
Quel genere del romanzo dove il « tutto non è mai come sembra! » sopravvive nascosto sotto quella superficie lievemente scalfita dal ricordo e dalle sfuggenti emozioni che diventano travolgenti, reali e tangibili pagina dopo pagina.. 

1961. È una splendida giornata d'estate e la famiglia della sedicenne Laurel è in partenza per un picnic sulle rive del fiume che scorre vicino alla sua fattoria, nel Suffolk. Mentre tutti sono indaffarati nei preparativi, la ragazza si rifugia nella casa sull'albero della sua infanzia, e inizia a sognare. Sogna di Billy, il ragazzo che le fa battere il cuore, e di trasferirsi a Londra, dove è sicura che la aspetti un futuro straordinario. Ma prima che il sole tramonti su quel pomeriggio idilliaco Laurel assiste, non vista, a un crimine terribile. Un segreto che custodirà per anni e anni.
2011. Come aveva spesso fantasticato, Laurel è diventata un'attrice famosa e amatissima. Nemmeno il successo, però, ha potuto dissipare le ombre lunghe di quel passato lontano. Ossessionata dagli oscuri ricordi di ciò che accadde cinquant'anni prima, Laurel ritorna alla casa nel Suffolk per ricomporre i frammenti di una storia rimasta sepolta troppo tempo. La storia di un umo e due donne, cominciata per caso nella Londra semidistrutta dalle bombe della Seconda Guerra Mondiale. Una storia di passioni fatali che segnerà tragicamente i destini di quei tre giovani tanto diversi eppure uniti da un indicibile mistero..
Storia:5 | Personaggi: 4 |  Stile: 5 | Copertina: 4

Potrei facilmente racchiudere le mie certezze nel palmo di una mano. Quando si parla di libri, come ognuno di voi, ho ben chiaro in testa quali siano i miei assi nella manica o i miei punti forti che mai potrebbero deludermi. 
Kate Morton, dopo aver letto due dei suoi precedenti romanzi, si trovava in un limbo di velata incertezza: fidarmi? non fidarmi? approcciarmi con un pizzico di diffidenza o andare sul sicuro? Quando ho visto per la primissima volta questo romanzo in prima fila, nella mia libreria di fiducia, le stesse sensazioni si sono fatte avanti, impertinenti quasi, come le volte precedenti, spingendomi ad adottare questo nuovo pezzo di lei senza remore.. e, ora finalmente, posso metterlo per iscritto, nero su bianco, io con le sensazioni ci vado a braccetto! 
In poco più di cinquecento pagine, la Morton riesce a mettere a confronto due diverse generazioni legate da profondo rispetto ed amore reciproco; costruendo una storia ambiziosa ed emozionante, modellata su personaggi ampiamente caratterizzanti ed inevitabilmente legati da un intrecciato filo conduttore che verrà sciolto solo nell'ultimo parte rivelatrice del romanzo.
Un filo che viene tenuto e trattenuto tra le mani di tre donne, protagoniste assolute di questo romanzo, il cui legame verrà rivelato pagina dopo pagina, lasciando al lettore sempre quel piccolo sprazzo di incertezza, confusione e parziale mistero che accresce l'empatia con la stessa scrittrice.
Dorothy, Vivien e Lauren sono donne profondamente diverse sotto molti punti di vista, ma accomunate da aspettative ed atteggiamenti che il lettore saprà cogliere al termine di ogni singolo capitolo. Un romanzo che si apre con un omicidio a sangue freddo a danno di un apparente sconosciuto, compiuto dalla premuroso ed amorevole Dorothy Nicholson ed osservato, dall'alto del suo personale rifugio, dalla maggiore delle sue figlie, Lauren, testimone inconsapevole di un atto che nasconde più di quello che polizia e cronaca cittadina saprà mai dire e raccontare! 
Ed è proprio da questo ricordo che Lauren vuol partire, molti anni più tardi, rendendosi conto di non conoscere veramente sua madre, oramai costretta in un apatico letto di ospedale, negli ultimi suoi attimi di vita, o meglio di non conoscere affatto chi fosse prima di diventare moglie e madre, asse portante di una famiglia perfetta. Non riuscendo a carpire nulla che vada oltre ad un nome Vivien dalla bocca della madre, Lauren decide di condurre una sua personale ed impervia ricerca che la porterà ad approcciarsi con realtà e vicende sconosciute, con nomi e uomini mai sentiti nominare prima fino ad arrivare a comprendere come la sua stessa identità possa essere messa in dubbio dalle azioni di una madre che, soprattutto ora che è prossima a dirle addio, merita di conoscere fino in fondo!
Lo stile linguistico della Morton viene riproposto in tutta la sua autentica forza e magnetica attrazione anche in questo romanzo; ne L'Ombra del Silenzio è possibile viaggiare nel tempo attraverso epoche diametralmente opposte e negli occhi di donne che hanno vissuto dolori, gioie ed ingiustizia nemmeno lontanamente paragonabili.
Le ambientazioni scelte dalla Morton non possono altrimenti deludere: con la stessa velocità di una pennellata veloce sopra una tela intatta, passiamo dalle lontane campagne di Conventry ad una Londra semi distrutta dai bombardamenti aerei; vivendo storie di vita quotidiana, amori, ossessioni e taciute amicizie che riempono la testa di numeroso domande ed inevitabili curiosità.
Non sempre attraversare diverse barriere temporali durante la lettura di un romanzo può rivelarsi un buon risultato o un sicuro punto di forza, anzi, molte volte si rischia di cadere nel difetto altamente pericoloso della noia o dell'anonimato o ancora peggio nella ridondante pesantezza che porta il lettore a chiudere il libro ancor prima di giungere all'epilogo finale.
Ma state tranquilli! non è questo il caso: Kate Morton ha il pieno e totale controllo della situazione e grazie al suo innegabile talento riesce a domare perfettamente quegli sbalzi temporali che, per molti altri scrittori incontrati in passato, sono stati un vero e proprio tallone d'Achille
Non risulta pesante, ripetitiva o banale, ma riesce ad entrare nella mente e nel cuore di ogni singolo personaggio, in modo tale da rendere inevitabile l'empatia che naturalmente scatta con il suo lettore.
Affezionarsi ai suoi personaggi è talmente facile da rimanere spiazzati e senza parole quando ogni certezza, fino a quel momento caparbiamente costruita, viene improvvisamente ribaltata rivelando una verità che, certo, non ti saresti mai aspettato.
Ed ecco perchè, termino questa mia recensione, consigliando questo romanzi a quanti hanno amato quelli che lo hanno preceduto perchè non ne rimarrete delusi e a quanti vivono per l'intrigo ben nascosto dalla superficie, quanti preferiscono scoprire i segreti raccontati che vederli presentarsi da soli, senza troppo impegno, a quanti vogliono vivere un romanzo che intreccia storia ed amore, passione e vendetta, desiderio e giustizia perchè questo è proprio quel genere di romanzo che stavate cercando da tanto, tantissimo tempo.
E non spaventatevi dalle pagine o non fermatemi se, durante la lettura, vi sembrerà che il racconto sia ostacolato da intoppi ed ostacoli verso la rivelazione di ogni vostra domanda perchè la risposta è proprio lì, dietro l'angolo, pronta a svelarvi nel modo più inconsueto e sorprendente, tenendovi incollati ad ogni singola frase in attesa di tirare quel tanto atteso respiro di sollievo.
E non so se quel io lo sapevo! che occupa sempre la prima fila sulla punta della vostra lingua, questa volta riuscirà a prendere il sopravvento e reclamare il suo ruolo da protagonista..

Cosa ne pensate de L'Ombra del Silenzio?
Avete letto altri romanzi della Morton?
Lasciatemi le vostre impressioni, giudizi, curiosità o anche dissensi nei commenti..
Cristina
6

SCRITTORI EMERGENTI #25 : Gli Elementi dell'Essere di Alessio Fabbri

Buongiorno Lettori. 
In questo nuovo appuntamento con la rubrica interamente dedicata agli #scrittoriemergenti, voglio presentarvi la raccolta di storie brevi di Alessio Fabbri dal titolo : Gli Elementi dell'Essere.
Se volete candidarvi come prossimi protagonisti, non dovete fare altro che inviarmi una mail nei modi indicati specificamente nell'apposita sezione contatti
Cercherò di assecondare le vostre richieste e costruire il vostro angolino nel più breve tempo possibile..

Il tormento di Mattea, la solitudine di Biagio; l'amore spontaneo ma sofferto di due giovani contadini, la razionalità di Giulio e la paranoia di Gisella.
Sono persone, è la vita, i sentimenti. Storie di attimi che segnano un'esistenza. 
Momenti e scelte quotidiani che diventano per sempre. 
Include i racconti brevi Le Distanze di Ieri, L'Eremo di San Galdino, Insegnami a Scrivere, Notte Silente e Se Muore una Parola.

Alessio Fabbri è laureato in Lingue e Letterature Straniere all'Università di Ferrara ed è insegnante di Lingua Inglese. Appassionato di letteratura modernista di stampo anglosassone ed angloamericano, scrive da diverso tempo e nel tempo libero si occupa di ricerche storiche e genealogiche. 
E' possibile acquistare Gli Elementi dell'Essere nello store digitale di amazon al prezzo di 0.99€
Cristina
0

BOOK ALERT #1 : L'Incastro (Im)Perfetto di Colleen Hover

Buongiorno Lettori. 
Oggi voglio presentarvi un romanzo da moltissimi lettori atteso che arriva finalmente negli stores digitali ( in attesa di averlo in versione cartacea a fine settembre! ) : L'Incastro (Im)Perfetto di Colleen Hoover. 
Onestamente, non ho mai letto nulla di questa scrittrice.
La Hoover, in questi mesi da blogger letteraria, mi è stata consigliata da più parti e da lettori così diversi tale da suscitare in me una naturale e conseguente curiosità; curiosità che viene confermata con l'uscita di questo nuovo romanzo auto-conclusivo.
La copertina italiana scelta dalla casa editrice Leggereditore ( potete vedere la versione originale qui! ) presenta dei colori pastello che vanno dal celeste a varie sfumature del rosa: quale preferite?
Nel frattempo, conosciamo più da vicino questa nuova meravigliosa avventura creata ad arte dalla penna di Colleen..

Casa Editrice : Leggereditore
Prezzo : 4.99€ ( ebook )
Data di Uscita : 27 Agosto 2015
Data di Pubblicazione : Settembre 2015
EBOOK - IN ANTEPRIMA.
Quando Tate Collins trova il pilota Miles Archer svenuto davanti alla sua porta di casa, non è decisamente amore a prima vista.
Non si considerano neanche amici.
Ciò che loro hanno, però, è un'innegabile reciproca attrazione!
Lui non cerca l'amore e lei non ha tempo per una relazione, ma la chimica tra loro non può essere ignorata.
Una volta messi in chiaro i propri desideri, i due si rendono conto di aver trovato un accordo, almeno finchè Tate rispetterà due semplici regole: mai fare domande sul passato e non aspettarsi un futuro! 
Tate cerca di convincersi che va tutto bene, ma presto si rende conto che è più difficile di quanto pensasse.
Sarà in grado di dire di no a quel sexy pilota che abita proprio accanto a lei?

« Non ho idea di quello che sta passando per la sua testa. Non ride mai. Non flirta. 
Il suo viso sembra avere un velo costante di armatura che lo divide dal resto del mondo.. »

Colleen Hoover. 1979. Autrice di numerosi bestsellers del New York Times. 
Slammed è il suo primo romanzo, pubblicato nel gennaio del 2012. I suoi romanzi rientrano nelle categorie New Adult e Young Adult; riscoprendo un continuo successo tra il giovane pubblico e i buoni consensi tra gli addetti al settore. 

Negli ultimi mesi si è parlato di una sua prossima trasposizione cinematografica, prevista per il 2016, che vedrà come suo protagonista maschile Nick Bateman, modello e attore canadese di 28 anni ( vi consiglio di dare un'occhiata al suo profilo Instagram, non trovate che sia perfetto per questo ruolo?! )
Nick, per promuovere l'uscita del film e del suo nuovo ruolo, ha condiviso con i suoi fans anche un video che, per dovere prettamente di cronaca, non posso che ri-condividere anche con i miei amati e fidati followers: 


Cosa ne pensate, Lettori? Avete letto altri romanzi della Hover?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti :)

Cristina
1

NOVITA' IN LIBRERIA #22 : A Un Soffio Dalla Fine di Beck Weathers con Stephen G. Michaud

A un Soffio dalla Fine è la storia che ha ispirato Everest, il film che aprirà la Mostra del Cinema di Venezia il prossimo 2 Settembre con Keira Knightley e Jake Gillenhaal.


Casa Editrice : Corbaccio
Prezzo : 18.00€
Pagine : 252
Data di Pubblicazione : 27 Agosto 2015
Nel maggio 1996 Beck Weathers si trova con altri alpinisti sotto la vetta dell'Everest, quando sulla montagna si scatena una terribile tormenta di neve. Nove sono le vittime di questa immane tragedia raccontata da Jon Krakauer in Aria Sottile, ma a una di essere, Beck Weathers, viene data una seconda chance. Arrivato in condizioni disperate al campo base, cieco, ricoperto interamente di ghiaccio, viene abbandonato dai suoi compagni che, a loro volta tentano di mettersi in salvo. Solo la moglie non si arrende a quello che appare un destino segnato e organizza una rischiosissima missione di salvataggio.. 
A un soffio dalla fine, ripubblicato con una nuova prefazione dell'autore a quindici anni dalla prima edizione, non è solo la storia incredibile di una spedizione drammatica, in cui morirono otto uomini, ma è anche la testimonianza emozionante e commovente di un sopravvissuto che ha saputo vedere la realtà che lo circonda, la famiglia, gli amici, la vita di tutti i giorni, con occhi nuovi.

« Non sono particolarmente credente, ma all’ultimo istante una forza dentro di me ha rifiutato la morte e mi ha guidato, cieco e zoppicante – praticamente un morto che cammina – verso il campo e verso un esitante ritorno alla vita.. »


Medico anatomopatologo, Beck Weathers ha perso la mano destra e parte della mano sinistra e del naso per congelamento durante la spedizione all'Everest nel 1996. Oltre alla professione di medico, da anni Beck Weathers tiene conferenze motivazionali sulla sua esperienza straordinaria e sull'importanza di saper cogliere le seconde chance che la vita ci offre. 
Stephen G. Michaud giornalista e scrittore, è autore di numerosi libri, fra cui, tradotti in Italia, Storie di Perversioni Criminali e Ossessioni Criminali.

EVEREST - IL FILM : prodotto per la Universal Pictures diretto da Baltasar Kormàkur, sarà il film d'apertura, fuori concorso, della 72a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia ( 2-12 Settembre 2015 ) e sarà proiettto in prima mondiale il 2 settembre nella Sala Grande ( Palazzo del Cinema ) al Lido di Venezia.
Beck Weathers è interpretato nel film Everest dall'attore Josh Brolin. 
Dal 24 settembre al Cinema.
Cristina
0

ANTEPRIMA #23 : Uscite Settembre/Ottobre Sonzogno Editori

Buongiorno Lettori. 
Dopo aver letto qualche capitolo di L'Ombra del Silenzio, ieri sera mi sono addormentata in una fresca notte di fine estate; eppure oggi aprendo gli occhi tra uno sbadiglio, l'altro e quello successivo mi rendo conto di essere già ad Ottobre inoltrato: cos'è. uno scherzo? Siamo su candid camera? 
Quindi, per allietare questo nuovo inizio settimana, ho pensato di presentarvi qualche nuovo romanzo che troveremo in libreria proprio tra settembre e ottobre: non è forse più interessante questo autunno oramai dietro l'angolo?
Grazie a Sonzogno Editori per la segnalazione..

Prezzo : 15.00€
Pagine : 128
Data di Pubblicazione : 10 Settembre 2015
Londra, anni Sessanta.
Joy, detta Fiorellino, porta una finta coda di cavallo bionda, ha gambe magre su scarpe di camoscio dai tacchi alti, il corpo esile, i seni grossi. Non esce di casa senza le sue ciglia finte e i riccioli alla Cleopatra sistemati dietro le orecchie.
A vederla passeggiare per strada guardando le vetrine, scherzando con le amiche, facendo battute sugli uomini, non si direbbe che la sua è una vita di stenti, costellata di guai. Si è sposata presto, Joy, con un rapinatore, attratta dall'avventura e dai soldi facili. Invece i soldi un giorno ci sono e quello dopo no. E quando suo marito finisce in prigione lei, rimasta incinta del piccolo Jonny, è costretta a crescerlo da sola.
Eppure Joy non si arrende, anche perché a ventidue anni è ancora troppo giovane per rinunciare all'amore. Allora arriva Dave, di nuovo un poco di buono, così più affettuoso e divertente del marito da farla sentire una regina anche quando se ne stanno soli tra quattro mura a fumare, suonare la chitarra o ascoltare le hit preferite alla radio. D'altra parte, poco importa che sia Dave il vero amore: quando le cose si mettono male anche per lui, povero cristo, ancora una volta Joy non intende rassegnarsi. E ora, più di prima, dovrà imparare ad arrangiarsi da sola, tra lavoretti precari, storie di una notte, sogni a occhi aperti, scelte difficili, ma anche la forza e la testardaggine di imparare.

La collana Bittersweet riscopre il romanzo cult della Swinging London: i sogni di una ragazza madre tutta rossetto fucsia, minigonna e musica anni '50. 

Prezzo : 17.50€
Pagine : 320
Data di Pubblicazione : 17 Settembre 2015
Florence Gordon ha settantacinque anni e vive a Manhattan, ma non è certo una vecchia signora.
È una femminista ebrea divorziata, una scrittrice scorbutica, un’attivista testarda e orgogliosa. Detesta la maggior parte delle cose che la gente trova piacevoli e ama mettere gli altri in difficoltà. Anche la famiglia è per lei un fastidio più che una rete di affetti. Florence sta lavorando alla sua settima fatica, un libro di memorie, e desidera solo restarsene a casa tranquilla, quando un importante articolo del New York Times la definisce “patrimonio nazionale”. Di colpo viene catapultata sotto le luci della ribalta e la sua vita prende un’accelerazione definitiva, obbligando Florence a uscire da quel filo spinato che aveva costruito attorno a sé. La situazione precipita appena i suoi cari, dalla lontana Seattle, si trasferiscono a New York: il figlio Daniel che ha scelto di snobbare le orme letterarie dei genitori per diventare poliziotto, la nuora Janine psicologa, pronta ad avere una storia con il suo capo e la nipote Emily che sta cercando di capire cosa fare di una problematica storia d’amore. Florence si sente sotto assedio e sarà costretta ad avere molti più contatti con il prossimo di quanti ne vorrebbe. Ma Florence è soprattutto una donna ironica e brillante e quindi, giorno dopo giorno, tra i quattro si intreccerà una commedia irresistibile e di raro divertimento, all’insegna di una crudele sincerità ma anche di una sorprendente complicità emotiva.

Una commedia newyorchese, dolce e amara, in tipico stile Woody Allen.

Prezzo : 16.00€
Pagine : 288
Data di Pubblicazione : 8 Ottobre 2015
Siamo a Parigi, in inverno, la Grande guerra è finita da poco, aleggia sulla città un’atmosfera cupa e vischiosa.
Alla Gare du Nord scende Henrietta, undici anni, con in mano la sua scimmietta di pezza.
Viene a prenderla la signorina Fisher, un’amica di famiglia che la ospiterà per una intera giornata in un elegante appartamento, in attesa di farla ripartire per il Sud della Francia.
In quella casa borghese, dal confortevole odore di pulito, Henrietta si imbatte in una gradita sorpresa: c’è un suo coetaneo, il fragile Leopold, avviato verso un futuro incerto.
Tra i due bambini, estremamente sensibili e inquieti, dopo l’iniziale diffidenza, si accende la curiosità: di ciascuno nei confronti dell’altro e di entrambi verso il misterioso mondo degli adulti.
I due fanciulli, grazie agli indizi disseminati attorno a loro, rivivono, tra immaginazione e realtà, le tormentate storie d’amore dei grandi, in particolare quella scandalosa tra la madre di Leopold e il suo padre naturale.
La casa di Parigi, oltre a mettere in scena una rovente passione sentimentale, è un acuto studio psicologico e un esercizio di finezza letteraria sulla prima irruzione del dolore, sulla scoperta del sesso e sulla perdita dell’innocenza.


Un gioiello della letteratura femminile inglese che indaga sulla scoperta del sesso, sull'identità e sulla perdita dell’innocenza.

Devo ammettere che, dopo la fugace lettura delle rispettive sinossi, Florence Gordon e La Casa di Parigi mi hanno piacevolmente incuriosito.
Se dovessi scegliere un testo da aggiungere alla mia libreria, punterei tutto sul primo: adoro lo stile di Allen ( seppur arrivata a tale conclusione dopo una tortuosa relazione di amoetodio ) con quella trama piccante, irriverente e mai banale insieme ad un umorismo tutto particolare che lo ha reso celebre ed indubbiamente riconoscibile in tutto il mondo; per di più sono quasi certa che quell'adorabile nonnina possa dare filo da torcere a molti, lettori compresi. 
E voi cosa ne pensate? 
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
1

BOOKTAG #1 : I Miei Scrittori Preferiti

Chi non conosce INSTAGRAM alzi la mano! 
Per i pochissimi che non lo hanno fatto, una brevissima e doverosa spiegazione: Instagram non è altro che un luogo non ben precisato scelto da moltissimi social-addicted per condividere con il resto del mondo piccoli sprazzi di vita quotidiana.
E molte volte mi ritrovo a gironzolare senza meta tra tutte quelle foto, guidata da un improvviso senso di noia e nello specifico da una sana, umana e quantomai femminile curiosità.. perchè mi guardate così? A voi non capita mai? * e si va a nascondere in un angolino sperduto della blogosfera.. *


E proprio in uno di questi miei inusuali viaggi che mi sono imbattuto in un #booktag e mi sono detta: perchè non proporlo anche dalle mie parti?
Così, ferma ad osservare la mia libreria, ecco arrivare l'ispirazione : I MIEI SCRITTORI PREFERITI. Ed in un mondo fatto di meravigliose donne scrittrice del passato e del presente, il mio sguardo è caduto proprio sui libri scritti da un perfetto, intrigante ed assolutamente consapevole io maschile

1. John Ronald Reuel Tolkien : per me lui è il maestro; colui che mi ha fatto conoscere un genere, quello fantasy, che prima guardavo con ben poca curiosità e supponente indifferenza. Attraverso le sue opere, si diventa parte integrante di un viaggio meraviglioso, avventuroso e quanto mai indimenticabile; un viaggio che mi ha insegnato il vero valore dell'amicizia, del sacrificio e dei valori, quelli importanti, quelli che rimangono saldi ed immutabili nel cuore dell'uomo giusto, per tutta la vita! 
2. George Martin : conosciuto grazie alla serie TV Game of Thrones che mi ha appassionata per non dire ossessionata fin dai primissimi minuti; grazie a lui ho riscoperto il genere fantasy dopo anni e anni di attesa. Certo, un fantasy che si differenzia notevolmente da quello di Tolkien : più adulto, più contorto e decisamente più controverso; dove sesso, guerra e morte ne fanno da padrona, a volte anche troppo frequentemente, ma che riesce a catturare il lettore fin dalle prime pagine con un metodo linguistico diretto, crudo e quantomai efficace! Unica regola: non affezionatevi a nessun personaggio e quando dico nessuno, intendo proprio NESSUNO
3. Nicholas Sparks : prima di lui guardavo con diffidenza uomini che scrivevano d'amore; il rischio che fosse solo una grottesca imitazione era proprio dietro l'angolo! Invece, con il poeta dell'amore è stato un vero e proprio colpo di fulmine che ci ha legati indissolubilmente attraverso storie che narrano di sentimenti veri, reali e contrastati; un poeta che attraverso la scelta di parole semplici, dirette e mai stereotipate riesce a conquistare il cuore del suo lettore, senza mai lasciarlo andare.
4. Ken Follett : indubbiamente Follett presenta un stile linguistico più ricercato e molto attento ai particolari attraverso descrizioni minuziose e quantomai affini alla realtà storica che, molto spesso, è il punto focale della sua narrazione. Un autore che abbraccia le tematiche più differenti senza mai perdere spontaneità, credibilità ed assoluta convinzione.
5. Stephen King : anche io ho passato la mia fase oscura e decisamente dark che mi ha portato a leggere, per molti anni, nell'età adolescenziale, quasi esclusivamente romanzi di questo autore. Con alti e bassi che fanno comunque parte naturale della storia di uno scrittore così prolifico e decisamente osannato, King è quel tipo di autore che deve essere letto, entrando nella sua psiche e attraversando il suo mondo fatto di luci e ombre assolutamente irresistibili.
6. Khaled Hosseini : il mio colpo di fulmine più recente in campo letterario scoppiato per puro caso tra gli scaffali della mia libreria di fiducia. Un colpo di fulmine che si è trasformato, capitolo dopo capitolo, in un vero e proprio amore letterario. La bellezza di questo autore sta proprio nella forza con cui pone davanti ai nostri occhi realtà sociali e culturali a noi quasi sconosciuto o che, in alcuni casi, crediamo di conoscere, spinti da una supponente presunzione fatta di idee sbagliati e troppi sentito dire. Innamorarsi dei suoi romanzi è semplicemente inevitabile!


Ed ora la palla passa a voi: quali sono i vostri scrittori preferiti? 
Cosa ne pensate dei miei TOP6?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti :)

Cristina
3

SCRITTORI EMERGENTI #24 : Il Viaggio - Volume I di Francesca Riscaio

Buongiorno Lettori. 
Avendo per qualche ora la casa tutta per me ( e per la mia gatta ficcanaso ovviamente.. ), ho deciso di dedicarmi un po' a voi lettori e scrittori emergenti con una nuova proposta arrivata direttamente nella mia casella di posta, qualche giorno fa..
E se, come Francesca, anche voi avete un lavoro da presentare e segnalare al grande pubblico, questo è il posto giusto per voi!

« Sion si sentì stanco. Il rancore e l’odio li avrebbe accettati con facilità. Non quegli occhi senza accusa, quegli occhi addolorati e increduli: gli erano insostenibili e così fece ciò che non aveva mai fatto prima in vita sua. Abbassò lo sguardo.. »

Prezzo : 4.99€
Pagine : 500ca
Alla fine della Quarta Era di Nael, un gruppo di cavalieri di Sar, ultimi discendenti del popolo degli Astani,  si imbatte, suo malgrado, in un antico manufatto dal sorprendente potere, fuso con il braccio di una giovane donna senza memoria. L’evento determina una catena di avvenimenti che sconvolgerà per sempre le loro esistenze, minando la stabilità dei regni delle Terre Continentali e delle genti che le popolano! Il destino dei mortali verrà ancora influenzato dal fato di esseri e razze le cui tracce sono perse nella notte dei tempi. Così inizia il viaggio degli ignari protagonisti di un disegno generatosi dal più improbabile degli incontri.
Un Aran Gan Har che sfugge le sue genti, un condottiero traditore di Sar, un Selnita reietto dell’Esercito della Notte Perenne si muoveranno alla ricerca della Portatrice, nel disperato tentativo di salvarla dal potere della reliquia di cui è prigioniera e di sottrarla alle trame dell’Imperatore della Luce e del Cerchio dei Maghi, mentre il Dio dimenticato della Tenebra e del Fuoco compie la sua vendetta.

E' possibile acquistare il romanzo su ibs - amazon - iTunes - Google Play

Francesca Riscaio è nata a Città della Pieve, il 12 agosto 1975, vive a Perugia e lavora a Castiglione del Lago. Legge e scrive da quanto ha imparato a farlo. Ama disegnare e considera il disegno una forma diversa di scrittura. Ha studiato per diventare copywriter e lavorato per molto nell'ambito pubblicitario e promozionale. Quando il settore è entrato in crisi, la sua vita ha preso altre strade, ma senza mai abbandonare la scrittura. In questa si è rifugiata per non inaridirsi nel tempo in cui ha vissuto come cemento tra i mattoni.Il Viaggio rappresenta la sua sfida, il suo risultato del non arrendersi e non abbandonare mai le speranze « ne sono fiera; non posso modellare la realtà e piegarla ai miei desideri, ma ho raggiunto un buon compromesso con la storia che avevo dentro. Vorrei che il mondo da me immaginato accogliesse quanto più persone possibili. Credo fortemente che possa essere un buon rifugio.. »
Cristina
0

RECENSIONE : Una Stanza Piena di Gente di Daniel Keyes

« Adesso mi rendo conto che quando la polizia venne a prendermi a Channigway, 
in realtà non sono stato arrestato. Sono stato salvato. 
Mi dispiace che delle persone abbiano dovuto soffrire prima che ciò accadesse, 
ma mi sento come se dopo ventidue anni, alla fine, Dio avesse deciso di sorridermi.. »

Il 27 ottobre 1977, la polizia di Columbus, Ohio, arresta il ventiduenne Billy Milligan con l'accusa di aver rapito, violentato e rapinato tre studentesse universitarie. 
Billy ha vari precedenti penali e contro di lui ci sono prove schiaccianti. Ma, durante la perizia psichiatrica richiesta dalla difesa, emerge una verità sconcertante: Billy soffre di un gravissimo disturbo dissociativo dell'identità. 
Nella sua mente vivono ben 10 personalità distinte che interagiscono tra loro, prendono di volta in volta il sopravvento e spingono Billy a comportarsi in maniera imprevedibile. 
Così, per la prima volta nella storia giudiziaria americana, il tribunale emette una sentenza di non colpevolezza per infermità mentale. 
Tuttavia Billy rimane un rebus irrisolto fino a quando, durante il ricovero in un istituto specializzato, a poco a poco non affiorano altre 14 identità autonome, tra cui spicca Il Maestro, sintesi della vita e dei ricordi di tutti i 23 alter ego. 
E proprio grazie alla sua collaborazione è stato possibile scrivere questo libro che, con la passione e lo slancio di un resoconto in presa diretta, ricostruisce l'incredibile vicenda di Milligan e ci permette di entrare in quella stanza piena di gente che è la sua psiche..
Storia: 5 | Personaggi: 5 | Stile: 4 | Copertina: 4
Una Stanza Piena di Gente è un viaggio impervio e tortuoso dentro la mente umana, abbracciandone luce ed oscurità. Una mente umana non comune, certo. 
Billy Milligan è l'uomo che ha sconvolto l'opinione pubblica americana degli anni ottanta: accusato di rapimento e stupro a danno di tre studentesse universitarie, viene dichiarato non colpevole per infermità mentale non essendo cosciente al momento dei fatti. 
Un raggiro? Un'astuta macchinazione o una recita ben costruita per aggirare la macchina della giustizia? Nulla di tutto questo. Billy non ricorda di aver mai commesso alcuno degli atroci capi di imputazione che gli vengono mossi dall'accusa; in realtà, Billy non ricorda troppe cose del suo passato che iniziano a farlo dubitare e precipitare in un vortice di domande apparentemente senza risposta, di profonde e radicate paure, di vividi timori fino alla più sincera costernazione!
Attraverso le parole di quella che si presenta come una biografia priva di filtri e censure, iniziamo a ripercorrere la sua vita, partendo da un'infanzia fatta di violenze fisiche e psicologiche, causa primaria della sua originaria dissociazione che hanno portato alla formazione di ben 24 personalità diverse; ognuna delle quali ha un suo nome ed una propria indiscutibile identità. 
Sono persone completamente diverse che vivono all'interno della sua mente e che, saltando sul posto, prendono possesso della coscienza a seconda delle necessità o delle varie difficoltà da superare nella vita di tutti i giorni; persone che, una volta fuse tra loro, andranno a formare la personalità principale presentata come Il Maestro, capace di riunire ogni peculiarità, caratteristica e talento venuti alla luce durante i numerosi colloqui con il personale medico e psicologico. 
Quello che è necessario porre in risalto è che non si tratta di un romanzo; ogni esperienza viene presentata nel modo più chiaro, semplice ed inequivocabile direttamente attraverso le parole, i gesti, le delusioni e le sofferenze a cui Billy è stato sottoposto durante la sua lunga ed estenuante detenzione. Come in un professionale e dettagliato resoconto giornalistico, vengono presentate al lettore le numerose personalità che si affacceranno, prendendo il sopravvento nell'esistenza di Billy ed è quantomai sorprendente come ogni singola persona presenti caratteristiche e peculiarità così diverse, differenti e diversificate, molte volte quasi agli antipodi. 
Sono pagine che denunciano l' inadeguatezza dell'essere umano di fronte al diverso
Billy viene condannato senza possibilità di appello. Senza fermarsi a comprendere quanta sofferenza debba essere nascosta sotto quella complicata superficie, la società sceglie la via più facile e vile che non permette seconde possibilità. Ed è proprio quella seconda possibilità che brama Billy per tutta la sua vita, cercando di mettere insieme ogni pezzo, lottando con la parte più oscura di se stesso. 

« Un mondo senza dolore è un mondo senza sentimento.. 
ma un mondo senza sentimento è un mondo senza dolore! »

Non conoscevo la storia di Billy Milligan prima di scoprire questo libro. Credevo che simili realtà potessero essere costruite solo dalla mente contorta di qualche abile sceneggiatore, ma entrare nella sua psiche mi ha confermato che nulla può essere dato per scontato, che è necessario andare oltre la maschera, scalfire quel muro protettivo e cercare di comprendere quanto ogni uomo sia diverso dal suo prossimo. 
Una stanza piena di gente è indubbiamente un libro forte e potente sotto molti punti di vista; un libro dove il limite tra cosa è giusto e cosa è sbagliata diventa quasi impercettibile e sta alla personale coscienza di ognuno decidere da che parte stare. 

CURIOSITÀ': Il libro è stato pubblicato nel 1981 ( in Italia solo nel 2009 ) e proprio a quell'anno si ferma la narrazione. Attraverso qualche semplice ricerca online è possibile scoprire cosa è accaduto a Billy negli anni successivi.. 

Nel 1988, dopo altri due successivi trasferimenti, Billy ottenne il rilascio; 
il 1° Agosto 1991 gli psicologi e il tribunale dell'Ohio lo dichiararono fuso, 
oramai guarito dalla malattia di disordine mentale. 
Diagnosticato il cancro, morì in una casa di cura a Columbus il 12 Dicembre 2014 
dichiarando di non aver mai smesso di soffrire del disturbo mentale di personalità multipla. 

Come vi avevo già anticipato in una puntata della rubrica #MeetTheBook, è in lavorazione la trasposizione cinematografica del libro per la regia di Joel Schumacher e con Leonardo DiCaprio nelle molteplici vesti del suo protagonista. 
Daniel Keyes ha scritto anche un seguito, intitolato The Milligan Wars, pubblicazione non permessa negli Stati Uniti a causa dell'azione legale intrapresa dallo stesso Milligan contro lo stato dell'Ohio per il presunto inadeguato trattamento ricevuto nei manicomi criminali di massima sicurezza. 
E' probabile la sua pubblicazione a seguito dell'uscita del film The Crowded Room di cui, però, al momento, non si hanno date certe! 

Avete letto questo libro? Cosa ne pensate?
Vi incuriosisce conoscere la vera storia di Billy Milligan?
Lettori, lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
4

ANTEPRIMA #22 : L'Invasione delle Tenebre di Glenn Cooper

Dopo avervi parlato di Il Portale delle Tenebre qualche mese fa, questa volta gioco in anticipo con un #savethedate decisamente degno di questo nome: Glenn Cooper, il Re americano del thriller storico, torna il libreria il prossimo 12 Novembre con l'ultimo capitolo della trilogia Dannati - L'Invasione delle Tenebre
L'atto finale di una saga che ha tenuto incollati alle pagine milioni di lettori in tutto il mondo.. 

IL GIORNO DEL GIUDIZIO E' OGGI..

Casa Editrice : Nord
Prezzo : 19.99€
Pagine : 504
Londra è una città fantasma. 
I pochi che non ha voluto - o non hanno potuto - dare seguito all'ordine d'evacuazione del governo, sono barricati in casa, nella vana speranza che tutto quello che stanno vivendo sia un incubo da cui presto si sveglieranno. Ma è tutto reale! Perchè sono reali le vetrine infrante, i negozi saccheggiati, i cadaveri lasciati per strada. E, soprattutto, sono reali le bande di uomini assetati di sangue che, dopo essere comparsi all'improvviso dal nulla, stanno mettendo a ferro e fuoco la città e alcuni suoi sobborghi. Uomini che continuano ad arrivare senza sosta, come l'onda in piena di un fiume immenso. Un fiume che ha la sua sorgente all' Inferno, come sanno bene John Camp e Emily Loughty. Dopo il loro ultimo viaggio nel mondo dei Dannati, infatti, i varchi interdimensionali non soltanto si sono moltiplicati, ma sono anche rimasti aperti, portando letteralmente l'Inferno in Terra e catapultando centinaia di innocenti dall'altra parte. E c'è solo una persona che sa come chiudere per sempre le Porte delle Tenebre: Paul Loomis, l'ex capo di Emily.
Purtroppo Paul Loomis è morto, si è suicidato sette anni fa, dopo aver ucciso la moglie e l'amante di lei con due colpi di fucile.
Ma Emily e John sanno dove trovarlo e come mettersi in contatto con lui. Perchè lo hanno già incontrato all'Inferno..

Glenn Cooper rappresenta uno straordinario caso di self-made man. 
Dopo essersi laureato con il massimo dei voti in Archeologia ad Harvard, ha scelto di conseguire il dottorato in Medicina. E' stato presidente ed amministratore delegato della più importante industria di biotecnologie del Massachusetts, ma, a dimostrazione della sua versatilità, è diventato sceneggiatore e produttore cinematografico. 
Grazie al clamoroso successo della trilogia della Biblioteca dei Morti e dei suoi successivi romanzi, si è imposto anche come autore di best-sellers internazionali. 

Lettori, cosa ne pensate di questa trilogia? L'avete letta o vi incuriosisce? 
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
3

NOVITA' IN LIBRERIA #21 : Prometto di Sbagliare di Pedro Chagas Freitas

In questo nuovo appuntamento con la novità in libreria voglio travolgere la solita routine andando a presentarvi non un libro già uscito e fisicamente presente negli scaffali della vostra libreria di fiducia ( pronto, come non mai, ad essere adottato! ), ma bensì parlarvi di un romanzo che uscirà a fine mese, esattamente il prossimo 27.08.2015, di un autore che francamente non conoscevo e che, capitato per caso sotto il mio sguardo attento da blogger in ossessiva ricerca, mi ha immediatamente affascinata.
La copertina di un tenue color pastello regala una vivida percezione di leggera freschezza; il titolo, d'altro canto, non può che risvegliare nel lettore un'inevitabile curiosità che, ora, condividendo le informazioni legate a Prometto di Sbagliare cercherò in parte di soddisfare..

Casa Editrice : Garzanti
Prezzo : 16.40€
Pagine : 380
Data di Pubblicazione : 27 Agosto 2015
Il locale è affollato e rumoroso. 
L’uomo è seduto vicino alla finestra e guarda il cielo grigio, annoiato come ogni lunedì mattina. Improvvisamente si volta e lei è lì, di fronte a lui. 
Gli occhi carichi di stupore e l’imbarazzo tradito dal tremito della dita che afferrano la borsa. Sono passati anni dall'ultima volta che l’ha vista, il giorno in cui l’ha lasciata. Senza una spiegazione, senza un perché, se n’è andato spezzandole il cuore. 
Da allora, lei si è rifatta una vita, e anche lui. Eppure solo ora si rende conto di non avere smesso di amarla neanche per un secondo. Per questo, quando lei cerca di fuggire da lui, troppo sconvolta dalle emozioni che la percuotono, l’uomo decide di fermarla. 
E nel loro abbraccio, in mezzo ai passanti, prometterle di tentare, agire, cadere, sbagliare di nuovo. Amarla. Davvero e per sempre. Questa sembrerebbe la fine, ma non è che l’inizio della loro storia. 
Perché ogni loro gesto, ogni lettera che si scrivono, ogni persona che incontrano, ha un universo da raccontare. E l’amore è il filo rosso che lega tutto. 
Quante volte ci siamo chiesti com'era l’amore da cui siamo nati? Come si è sentito nostro padre la prima volta che ci ha tenuto in braccio? L’emozione più grande è quella di ritrovare quello che si è perso e amarlo di nuovo, come se fosse la prima volta..

« Perchè l'amore ci spezza, l'amore ci stordisce, l'amore ci fa sentire immortali e subito dopo inermi e senza forze. Ma il suo potere più grande è quello di farci sentire liberi. Questo è l'amore che con un sussurro parla direttamente alla nostra anima.. »

Pedro Chagas Freitas è uno scrittore, giornalista ed insegnante di scrittura creativa portoghese. Ha già all'attivo più di 15 romanzi ed è il creatore del Campionato Nazionale di Scrittura Creativa
Ha sviluppato il suo primo romanzo su Facebook e ha scritto un libro per ventiquattro ore consecutive in un centro commerciale. 
Ha vinto il premio Jovens Criadores presso il Centro Nacional de Cultura.


Lettori, cosa ne pensate di questo romanzo?
Io ne sono rimasta letteralmente affascinata: non è il solito libro d'amore tutto rose, fiori e merletti, ma racconta di un'amore imperfetto e proprio per questo vivo e reale come non mai. 
Sicuramente sarà la mia primissima lettura dopo l'inevitabile quanto imminente ( ed odiosa! ) sessione di settembre.. 
Cristina
2

ADOTTA UN LIBRO #21 : I Fiori di Sabbia di Corban Addison

In questo nostro nuovo appuntamento dedicato alla rubrica #adottaunlibro, vorrei presentarvi un romanzo che è entrato nella mia libreria circa un anno fa, conquistandomi con la sua forza e la sua naturale potenza che scaturisce da quell'impetuosa denuncia sociale e culturale, perno dell'intera narrazione. Un libro non facile, sotto vari punti di vista, ma che indubbiamente sa spalancare anima e cuore dinanzi ad un problema tangibile e preoccupante quale è l'AIDS che, in realtà difficili e sottosviluppate come sono in parte quelle africane, diventa quanto mai mortale se legato a superstizioni miste a credenze popolari di dubbio credito e pratiche religiose razionalmente da condannare!

Casa Editrice : Sperling & Kupfer
Prezzo : 17.90€
Pagine : 420
Data di Pubblicazione : 1 Giugno 2013
A volte dalla sabbia del deserto nascono i fiori più belli. Zoe Fleming, figlia di un senatore del Congresso americano, ha seguito la passione per la giustizia e, anche se giovanissima, è già un avvocato di successo. Per lei, vivere in un mondo giusto è più di un sogno: è la sua ragione di vita. Per questo ha deciso di partire e di mettersi al servizio di chi ha meno di tutti.
Arriva così in Zambia, a Lusaka, per lavorare in un'associazione non profit che difende i diritti dei bambini. Qui, una notte, viene chiamata all'ospedale locale per occuparsi di una ragazzina vittima di una brutale violenza. E' sotto shock e incapace di parlare.
Come scoprirà Zoe, si chiama Kuyeya e, anche se ha solo quattordici anni, di cose ne ha già viste molte. Il suo sguardo è buio come un pozzo, svuotato dalla luce dei sogni. Zoe la prende sotto la sua protezione e decide di dare la caccia al colpevole.
L'unico che ha il coraggio di seguirla nella sua indagine è Joseph, un poliziotto del luogo.
Un angelo che vive tutti i giorni all'inferno. Insieme con lui Zoe condurrà la sua battaglia: fino a scoprire che il responsabile è qualcuno di molto potente, protetto dal governo corrotto del Paese.
Ma nonostante questo la loro lotta non si ferma: perchè quello che Zoe e Joseph vogliono più di tutto è far tornare il sorriso sulle labbra di Kuyeya..
Storia: 10 | Personaggi: 9 | Stile:9 | Copertina: 9

Lusaka, Zambia. 
Su un territorio diviso tra le imminenti elezioni e un divario che appare incolmabile tra la circoscritta elitè di uomini benestanti e la numerosa popolazione povera ed abbandonata al suo inevitabile destino, si incrociano le storie della piccola Kuyeya di soli 14 anni, affetta da sindrome di Down, figlia di una giovane prostituta morta prematuramente con una vita fin troppo difficile alle spalle e Zoe, avvocato americano impegnata a combattere per i diritto umani di tutto il mondo, soprattutto di quella parte che sembra essere stata oramai dimenticata da chi ha il potere di cambiarla e con un padre in corsa per la Casa Bianca, reso cieco dalla politica e dalla ineliminabile voglia di emergere.
E' proprio quando la piccola Kuyeya viene trovata abbandonata in un vicolo, ferita e confusa, vittima di un aberrante reato, quale è la violenza carnale, che le loro strade si incrociano, diventando legate indissolubilmente da un filo invisibile fatto di giustizia e verità, rispetto ed un sorriso che deve essere ritrovato! Ed è proprio questo scopo che spinge Zoe e Joseph a non fermarsi di fronte alla prima difficoltà, anche quando scoprire il responsabile di quell'atroce violenza sembrava farli scontrare contro un muro costruito su silenzio, omertà ed indiscussi privilegi. 

I Fiori di Sabbia è uno di quei romanzi che mal si prestano ad una recensione oggettiva e razionale perchè tali e numerose sono le emozioni che pervadono il lettore durante la sua lettura che rendono quantomai difficoltoso trasformare quei brividi, quelle lacrime, quella rabbia, quell'immancabile desiderio di giustizia in parole degne di questo nome. In parole che riescano a trasmettere tutto il dolore e il disprezzo provato di fronte ad una vicenda che, purtroppo, in certi angolo di questo mondo non rappresentano altro che la quotidiana realtà. 
E' indubbiamente un libro di denuncia. Contro le superstizioni e le superate credenze. Contro le ingiustizie. Contro la povertà. Contro l'egoismo di questa umanità eccessivamente rivolta verso il successo personale, volgendo altrove uno sguardo che, se indirizzato all'orizzonte, ne uscirebbe distrutto in ogni sua piccola parte. 
Perchè non è possibile chiudere gli occhi e limitarsi a mandare aiuti. No. E' necessario muoversi attivamente per combattere una piaga sociale come è quella dell'AIDS. Una piaga che, fino a pochi decenni fa, era destinata a produrre morte e che ora, grazie al progresso medico, può volgere verso una cura che non è più utopia, ma concreta possibilità. 
E' un romanzo che vi accompagnerà in un viaggio capace di scuotere ogni singola emozione, anche quella più nascosta. Vi condurrà per mano in luoghi che probabilmente non conoscete, attraverso credenza e superstizioni che faticherete a riconoscere come reali, ma che sono parte integrante di una realtà culturale e sociale più vicina a noi di quanto crediamo. 

Cosa ne pensate, Lettori? Avete già letto questo romanzo? Vi incuriosisce?
Come sempre, lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..

Cristina
1

ANTEPRIMA #21 : La Trappola di Melanie Raabe

Buongiorno Lettori. 
Vi siete già organizzati per la notte più stellata dell'anno? Avete già stilato la vostra wish-parade da sottoporre per il nuovo anno oramai fin troppo vicino? Insomma, superstizioni o diffidenti in questa notte dei desideri?

E' una notte come tutte le altre notti, è una notte con qualcosa di speciale. Una musica mi chiama verso sè come acqua verso il mare. Vedo un turbinio di gente colorata che si affolla dietro a un ritmo elementare; attraverserò la terra desolata per raggiungere qualcosa di migliore.. 

Ma oggi è pur sempre lunedì e, come ben sapete, per noi di Leggere in Silenzio : « Lunedì è Anteprima! » insieme, in questa nuova settimana, ad un thriller coinvolgente, raffinato ed incalzante in grado di attirare il lettore nella sua personale trappola, conducendolo verso realtà sovrapposte, perdendo quasi il senso della ragione, fino a condurlo ad un finale spiazzante e razionalmente inconcepibile..

INFO LIBRO
Autrice di bestseller, Linda Conrads, trentotto anni, è un mistero per i suoi fans e per la stampa.
Da undici anni non mette piede fuori di casa, una villa isolata sul lago Starnberg.
Solo pochissime persone sanno che dietro al successo straordinario della scrittrice si cela un terribile segreto..
Molti anni prima, Linda, entrando in casa della sorella Anna, l'ha trovata riversa a terra, brutalmente assassinata e ha intravisto l'omicida che si dava alla fuga e che non è mai stato identificato.
Perchè Anna è dovuta morire? è la domanda che tormenta Linda da allora, così come il volto dell'assassino tormenta ogni notte i suoi sogni.
Finchè un giorno, casualmente, Linda si ritrova a fissare scioccata la televisione dove compare quel viso, il viso dell'assassino.
E' la spinta che le serve per uscire finalmente di casa: servendosi dell'unica arma che ha a disposizione, ovvero la capacità di scrivere,
Linda pianifica nei minimi dettagli una trappola mortale ma, nel momento in cui sta per scattare, la realtà si capovolge, fatti e fantasie si mescolano e Linda non sa nemmeno più se l'uomo che ha di fronte è veramente il mostro che credeva..

Melanie Raabe è nata a Jena nel 1981, è cresciuta in un paesino di quattrocento anime della Turingia, ha trascorso l'adolescenza giocando a calcio e arrampicandosi sugli alberi in una cittadina della Vestfalia settentrionale e ha studiato Scienze della Comunicazione e Letterature Comparate a Bochum. Ha lavorato come giornalista e scritto testi teatrali e racconti.
La Trappola è il suo primo romanzo.

Cosa ne pensate, Lettori?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti :)

Cristina
0

[ SEGNALAZIONE ] : Fiabe Allo Specchio di Jessica A.

Buongiorno Lettori.
Come procede la vostra estate? Siete già in vacanza o ancora in attesa?
Ovunque voi siate, vorrei farvi compagnia in questa calda domenica estiva con una nuova segnalazione arrivata nella mia casella di posta che ho trovato, fin dalla prima sommaria lettura, molto interessante e senza dubbio originale!
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti :)
A differenza di buona parte dell'universo terrestre e della blogosfera, Leggere in Silenzio non va in vacanza e per noi nessun arrivederci a settembre, quindi per ogni comunicazione e/o richiesta di segnalazione rimango a vostra disposizione tramite contatto mail o posta privata nella pagina facebook..

BREVE SINOSSI
Le fiabe hanno alle proprie spalle un passato antichissimo, fatto di numerosi personaggi, storie e riscritture. 
Ognuno di noi, da bambino, ha letto o ascoltato diverse fiabe e ne porta ancora dentro il ricordo. 
Ma siamo davvero così sicuri che le fiabe siano fatte solo per i bambini? 
E, soprattutto, che quella fiaba che ricordiamo sia, in un certo senso, autentica?
Percorreremo insieme questo viaggio misterioso, analizzando e confrontando alcune delle fiabe più note, scoprendo che a volte non è sempre il principe azzurro a salvare la principessa..

FIABE ALLO SPECCHIO : 135 pagine - 2.99€ ( ebook )

E' disponibile in vari stores digitali tra cui Amazon  - IBS - La Feltrinelli - Kobo 


Il primo racconto de La camera di sangue, dall'omonimo titolo, prende come riferimento la fiaba francese di Perrault, Barbablù. […] Perrault delinea fin dall'inizio la figura di Barbablù, presentandolo come un uomo ricco, ma brutto e spaventoso, difatti: « non c'era donna, ragazza o maritata, che soltanto a vederlo, non fuggisse a gambe  dalla paura ». 
Nella riscrittura invece è dato spazio maggiormente alla protagonista che ripercorre il proprio vissuto presente e passato. […] La descrizione che abbiamo di lui è velata, parziale, poiché a separarli c'è una porta:
« Se mi fossi appoggiata sul gomito sarei riuscita a scorgere la forma scura, leonina del suo capo e le narici avrebbero colto un soffio di quel profumo maschio e opulento, di cuoio e di spezie, che regolarmente lo accompagnava […] per quanto fosse un uomo corpulento, si muoveva senza fare rumore, come se le suole delle sue scarpe fossero di velluto, come se, al suo passo, il tappeto si tramutasse in neve.. »
Nella versione francese, oltre alla barba, a rendere spaventoso Barbablù è la rivelazione di un altro particolare: « […] aveva sposato diverse donne e di queste non s'era mai potuto sapere che cosa fosse accaduto! »

Jessica A. è una giovane ragazza di 24 anni, ama i libri, gli animali soprattutto i gatti e ha quasi sempre la valigia in mano. 
Fiabe allo specchio è frutto di un suo lavoro universitario ( tesi ) e della sua passione per le fiabe ed i misteri.
Cristina
2

SCRITTORI EMERGENTI #23 : Proximis - Oltre Il Colore di Micol Manzo

Buongiorno Lettori. 
Nuovo appuntamento settimanale con la rubrica dedicata agli #scrittoriemergenti che è ben lieta di ospitare la scrittrice Micol Manzo ed il suo romanzo primo di una trilogia : Proximis - Oltre Il Colore.

Casa Editrice : Narcissus Self Publishing
Prezzo : 3.49€ ( Ebook )
Pagine : 251
Data di Pubblicazione : 26.07.2015
Mirash D’Amati è una ragazza come tante altre, con la passione per l’arte e il giornalismo. Conduce un’esistenza ordinaria, tra l’università e il giornale presso cui lavora; almeno fin quando non rischia di essere investita da un’automobile, vicino alla stazione ferroviaria di Anzio. Da quel momento in poi il soprannaturale entra prepotentemente nella sua vita. Attorno a lei cominciano a verificarsi strani fenomeni. Riesce a vedere lo spirito di un bambino, un’entità sconvolgente che sembra voglia richiamare la sua attenzione. Nel frattempo, suo zio Lorenzo, operatore della Squadra mobile della Polizia di Roma, si trova a fare i conti con la scomparsa di un giovane in Villa Doria Pamphilj, antico parco del capoluogo. Misteriosi eventi conducono Mirash ai Proximis, un’organizzazione mondiale preposta al mantenimento dell’equilibrio tra la sfera visibile e quella invisibile. Qui conosce Morgana, a capo della sezione italiana dei Proximis, Anastasia, Ludovic e Kageshi, affascinante ed enigmatico ragazzo dal volto sfregiato che col suo carattere irritante le rende la vita ancor più difficile. Ma la soglia tra spiriti e viventi è sempre più sottile. Mirash è costretta a rimettere in discussione tutto ciò in cui ha sempre creduto; a prendere in mano la situazione, lottando contro un pericolo letale che rischia di stravolgere la sua vita e quella degli altri.

« Ci sono momenti nella vita in cui appare che tutto vada a rotoli, che avvengano le cose più terribili a questo mondo, impossibili da superare. 
Ma questo non è vero, perchè abbiamo un'arma dalla nostra parte: la forza di reagire.. »

Micol Manzo è nata a Roma nel 1989. È maestra d’arte e ha due lauree, una in Antropologia culturale, l’altra in Editoria e scrittura, entrambi conseguite presso l’Università di Roma la Sapienza. Appassionata di libri fin dalla più tenera età, legge di tutto, anche se il suo genere preferito è il fantasy. Attualmente vive ad Anzio con la sua famiglia e i suoi adorati amici a quattro zampe, per lei grande fonte d’ispirazione.
Oltre il colore è il primo libro della trilogia dei Proximis.
Il suo blog è http://micolmanzo.blogfree.net/

Potete acquistare Proximis - Oltre Il Colore in vari stores digitali come Amazon - Mondadori Store - La Feltrinelli - Libreria Rizzoli ( potete visionare l'elenco completo accedendo al Blog dell'autrice!, ndr. ) e presto disponibile anche su IBS.

Per avere maggiori informazioni o per conoscere aggiornamenti e novità, vi consiglio di tenere d'occhio anche la pagina personale di Micol Manzo.

Vi ricordo che potete essere protagonisti anche voi insieme ad il vostro romanzo di questa rubrica settimanale; semplicemente contattandomi via mail ed allegando nella vostra presentazione il materiale richiesto nella sezione contatti così che possa realizzare e personalizzare al meglio ogni singola segnalazione.
Ricordo che le mail copia/incolla non verranno prese in considerazione ed immediatamente cestinate.

Cristina
0
Powered by Blogger.
Back to Top