sabato 27 febbraio 2016

MEET THE BOOK #12 : La Teoria del Tutto

Qualche giorno fa - complice una congiunzione astrale decisamente propizia - sono finalmente riuscita a vedere un film che rincorrevo da tempo. La pellicola in questione è La Teoria del Tutto con protagonista uno sbalorditivo Eddie Redmayne.
La teoria del tutto è l'adattamento cinematografico della biografia Verso l'Infinito - Travelling to Infinity: My Life with Stephen, scritta da Jane Wilde Hawking, ex moglie del fisico e pubblicata dalla casa editrice Piemme. Un libro che percorre la vita di una delle più grandi menti contemporanee che ha saputo sempre trovare quella misteriosa via d'uscita di fronte alle innumerevoli prove che la vita ed il destino beffardo hanno deciso di porre lungo il suo cammino..

Prezzo: 19.50€ | Pagine: 588
E' il 1962 e Jane e Stephen frequentano l'università inglese di Cambridge. Lei è una ragazza vivace che palpita per i versi dei poeti spagnoli, lui un promettente studente di cosmologia, sempre perso nei suoi pensieri, alla ricerca di una spiegazione semplice e unica dell'universo. Eccentrico e bizzarro, così lo definisce Jane quando lo conosce. E le piace molte. Le loro vite scorrono separate, fino a che qualcosa non le avvicina indissolubilmente.
Stephen ha solo ventun anni, l'età in cui l'immortalità è ancora l'unica ipotesi contemplata, quando riceva una diagnosi sconvolgente: una malattia degenerativa che gli lascia solo due anni di vita. E' allora, con il destino alle calcagna, che i due si innamorano perdutamente e decidono di sposarsi. Con Jane al fianco, Stephen combatte instancabilmente contro la malattia e intanto si butta a capofitto a studiare ciò che a lui più manca: il tempo!
Grazie all'amore e alla caparbietà, i due giovani strappano giorni all'eternità, uno dopo l'altro. Mentre il corpo di Stephen è imprigionato in limiti sempre più stringenti, la sua mente continua ad espandersi, fino a forzare le frontiere della fisica. Insieme, si spingono più lontano di quanto avrebbero mai potuto immaginare.
Forse, la formula che tiene insieme l'universo ha un solo elemento comune: l'amore!

« Per quanto possa sembrare brutta la vita, c'è sempre qualcosa che uno può fare e con successo. Perchè finché c'è vita, c'è speranza.. »

AL CINEMA...
Semplicemente emozionante.
Accompagnata dalla commovente colonna sonora, mentre stavano passando sotto i miei occhi i titoli di coda, mi sono ritrovata letteralmente in lacrime, riuscendo a buttare fuori solo in quel momento tutte le emozioni provate in quelle due ore e mezza di pellicola. Un tempo che, credetemi, vi passerà accanto così veloce che nemmeno avrete modo di rendervene conto. Lo stesso tempo che manca a Stephen e che rincorre freneticamente per raggiungere il percorso dei suoi studi, dei suoi successi e delle sue continue teorie. Ma non c'è solo lo scienziato e la mente in questa pellicola, affatto! Punto focale è sicuramente lo Stephen Hawking uomo con le sue sicurezze, con le sue delusioni, con le sue paure, con le sue cadute, con i suoi pregi e con i suoi difetti elevati e messi alla prova da una malattia che non lascia alcuna via d'uscita. Immensa e magistrale la prova di Eddie Redmayne che giustifica in pieno la vittoria dell'oscar come miglior attore. Nulla viene lasciato al caso, anzi, ogni più piccolo comportamento, ogni lieve accenno ed ogni minima sfaccettatura vengono posti all'attenzione di chi lo osserva, incantato da una bravura che va ben oltre ogni possibile immaginazione.
Come forte è la figura di Jane. Una giovane donna che decide di arrendersi all'amore, sacrificando la sua stessa vita, i suoi stessi sogni e la sua probabile carriera per stare accanto al ragazzo di cui è perdutamente innamorata. Un amore genuino, puro, profondo ed impetuoso che verrà inevitabilmente messo alla prova da una malattia degenerativa molto grave da affrontare per la nostra naturale impotenza di essere umani.
Un film che vi consiglio di vedere, se ancora non lo avete fatto.
Rimarrete estasiati dalla bravura di Eddie e da una performance di altissimo livello, capace di trasmettere emozioni così forti, potenti e in parte contrastanti, ma che fanno breccia nell'animo umano proprio per il loro fragoroso ed inevitabile rumore.

E voi, Cine-Lettori, cosa ne pensate?
Avete visto il film o letto la sua biografia?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina

Nessun commento:

Posta un commento

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...