sabato 30 aprile 2016

[ SEGNALAZIONE ] : Borderlife di Dorit Rabinyan

Buongiorno Silenziosi Lettori! 
Oggi voglio attirare la vostra attenzione con un romanzo che ha scatenato forti reazioni nei lettori e negli addetti al settore di tutto il mondo, Borderlife di D. Rabinyan. Una scrittura forte e commovente come la passione che racconta attraverso le pagine di un romanzo che ha saputo resistere a divieti e proibizioni, diventando un vero e proprio fenomeno culturale e sociale.
Dorit Rabinyan, israeliana, già autrice di Le spose persiane pubblicato nel 1995, sarà una delle protagoniste della XXIX Edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino ( 12-16 Maggio 2016 ).
Il 15 Maggio alle ore 17.30 presso l' Arena Bookstock, infatti, l'autrice in un dialogo con Ferruccio de Bortoli presenterà il suo libro.

LINK AMAZON
Prezzo:
- | Pagine: 384
═ IL ROMANZO OSTACOLATO DAL GOVERNO ISRAELIANO 
E CHE HA SPACCATO IN DUE 
L'OPINIONE PUBBLICA INTERNAZIONALE ═

E' autunno, a New York. Il secondo senza le Torri. Liat ha appena conosciuto Hilmi e gli cammina accanto nel pomeriggio che imbrunisce, mentre pensa: Non hai già abbastanza guai? Fermati, finché puoi! Ma fermarsi non può, perché, nonostante le ferite, la magia della Grande Mela è ancora intatta e Hilmi ha gli occhi dolci e grandi color cannella, riccioli neri e un sorriso infantile che spezza il cuore. Lei è di Tel Aviv, fa la traduttrice e si trova negli USA grazie a una borsa di studio. Ha servito nell'esercito e ama la sua famiglia - che cosa penserebbero, se lo sapessero? Lui vive a Brooklyn e fa il pittore e nei suoi quadri c'è sempre un bimbo che dorme e sogna il mare, quel mare di cui da ragazzo poteva cogliere appena un lembo, da lassù, al nono piano di un palazzo di Ramallah. Che questo amore sia un'isola nel tempo, si dice lei. Un amore a cronometro, un amore a scadenza, la stessa indicata sul visto, la stessa impressa nel biglietto del volo di ritorno per Israele, verso la vita reale. Finché, mentre oscillano tra l'ebbrezza della libertà e il senso di colpa, scoprendosi accomunati dalla nostalgia per quello stesso sole e quello stesso cielo, la vita reale bussa davvero alla loro porta..

Dorit Rabinyan, scrittrice e sceneggiatrice israeliana.
Dopo un periodo di ricerca artistica che spazia dal teatro alla televisione, torna dopo dieci anni alla scrittura con Borderlife che si è aggiudicato il Bernstein Prize - prestigioso riconoscimento israeliano che premia ogni anno giovani scrittori. Diventato subito un caso editoriale, Borderlife narra l'amore tra una giovane ebrea e un artista palestinese sullo sfondo della New York post 11 Settembre.
Il romanzo ha suscitato un grande clamore mediatico internazionale dopo essere stato escluso dai programmi scolastici in Israele poiché considerato inneggiante a matrimoni misti, scatenando immediate reazioni indignate di importanti intellettuali di tutto il mondo.

Cosa ne pensate, Lettori? 
Avrete modo di partecipare al Salone del Libro di Torino?
Cristina

Nessun commento:

Posta un commento

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...