martedì 24 maggio 2016

RECENSIONE : I Segreti Della Casa Sul Lago di Kate Morton

Buongiorno Silenziosi Lettori! 
Perdonate la mia presenza con il contagocce degli ultimi giorni, ma la sessione di maggio è stata decisamente pesante e cruciale sotto molti punti di vista. Ora, tornata quasi a regime totale nella blogosfera - e con un esame in meno - eccomi nuovamente insieme a voi per condividere la mia ultima recensione su un romanzo che ho amato dalla prima all'ultima pagina: I Segreti della Casa sul Lago di Kate Morton. Ringrazio di cuore la casa editrice Sperling&Kupfer per la copia cartacea.

INFO LIBRO
Giugno 1933.
La casa di campagna della famiglia Edevane è pronta per la festa del Solstizio e Alicesedicenne brillante, curiosa, ingenua e precoce scrittrice in erba, è particolarmente emozionata.
Sarà una festa bellissima e lei è innamorata, anche se nessuno lo deve sapere. Ma quando arriva mezzanotte, mentre i fuochi d'artificio illuminano il cielo scuro, il piccolo Edevane, che ancora non ha un anno, scompare. E la tragedia spinge la famiglia a lasciare per sempre la casa tanto amata.
Settant'anni più tardi, dopo essere stata sospesa dalla polizia per non aver rispettato le regole, Sadie Sparrow decide di prendersi una pausa di riflessione e raggiunge l'amatissimo nonno in Cornovaglia. Quando è già sul punto di lasciarlo per tornare ad affrontare i propri demoni, Sadie scopre una casa abbandonata, circondata da giardini incolti e da una fitta boscaglia.
Dove un bambino era scomparso senza lasciare traccia.
Per risolvere il mistero, Sadie incontrerà l'unica testimone rimasta, una delle più famose autrici inglesi, Alice Edevane che le rivelerà un segreto del passato.. più presente che mai!
Storia: 4 | Personaggi: 4 | Stile: 5 | Copertina: 4

Ogni volto che mi ritrovo a mettere in parole le emozioni che mi hanno letteralmente investito durante la lettura di un romanzo della Morton mi trovi in evidente difficoltà. E non certamente nel senso negativo del termine! Difficoltà nel riuscire ad esprimere quanto quelle emozioni sono riuscite a scalfire la superficie ed andare fino in profondità, riuscendo a trasportarmi fino al centro esatto della storia incrociando i suoi protagonisti, ammirando le sue ambientazioni ed arrivando quasi ad immedesimarmi in ogni scelta, in ogni equivoco ed in ogni naturale ed umano errore! 
Anche in I Segreti della Casa sul Lago questo affascinante quadro di sentimento e mistero si è riproposto in tutta la sua magnetica attrazione, impedendomi di assaporare lentamente ogni capovolgimento della storia, ma costringendomi a divorarne freneticamente ogni singolo aspetto ed ogni più piccola sfaccettatura. Quello che ci viene raccontato dalla Morton è un intrecciarsi continuo tra un passato ed un presente legato da un flebile filo rosso, pronto a spezzarsi da un momento all'altro. 
Il passato ruota attorno alla misteriosa scomparsa del piccolo Theo Edevane che, in una rumorosa notte di solstizio, abbandona la sicurezza della sua camera senza lasciare traccia e trascinando la sua famiglia in un dramma muto e senza tempo. Rapimento? Omicidio? Teorie accampate su ben pochi indizi e il dolore di una scomparsa che appare, mese dopo mese, sempre più definitiva costringono la famiglia a lasciare l'amata Casa sul Lago insieme agli oramai lontani ricordi di una vita spensierata e felice. 
Molti anni più tardi, per uno strano gioco del ben noto ed imprevedibile destino, Sadie - poliziotta in congedo forzato - si imbatte proprio in quella casa e nel suo mai svelato mistero, convinta di poterne venire a capo, spinta da un'innata testardaggine e da un palpitante istinto che non riesce più a mettere a tacere. Che fine ha fatto il piccolo Theo? Chi è Alice Edevane, la cui firma invade ogni angolo della proprietà? Quali oscuri misteri avvolgono ancora la sua famiglia?
Senza addentrarmi nei particolari della sua trama - credetemi, ne sarei particolarmente tentata perchè in questo romanzo nulla viene lasciato al caso e quello che, a prima battuta, vi sembrerà nulla di più di un piccolo ed insignificante tassello, apparirà, poi, ai vostri occhi come la colonna portante di una costruzione magnifica, potente ed affascinante - posso semplicemente condividere con voi le emozioni che hanno caratterizzato il mio personale percorso durante la sua lettura. 
La Morton si conferma una delle migliori scrittrici in circolazione nel saper stuzzicare la curiosità del suo lettore senza mai rivelare qualcosa in più dello stretto necessario, instillando nella sua mente quel tarlo del dubbio che non lascerà mai la presa.. fino alla rivelazione finale! 
Le ambientazioni descritte con cura e profonda immedesimazione sono tali da riuscire ad immaginarne odori, sapori e colori praticamente ad occhi aperti: così vivide, così reali, quasi tangibili. 
I personaggi, d'altro canto, non vengono mai dati per scontato o lasciati a se stessi: sono uomini, donne, bambini, ragazzi e ragazze che diventano a noi, pagina dopo pagina, sempre più familiari, quasi li conoscessimo da una vita intera. Sono amabili ed odiosi, divertenti ed antipatici, ingenui e saccenti, puri ed egoisti, coraggiosi e paurosi, impavidi e schivi ed in grado di rappresentare perfettamente un quadro umano realistico ed indubbiamente affascinante, grazie a pennellate forti e decise che la Morton ricerca con cura ed autentica attenzione. 

Perchè vi consiglio I Segreti della Casa sul Lago. 
Innanzitutto, non lasciatevi prendere dal panico per il volume corposo del romanzo perchè, credetemi, le sue pagine scivoleranno piacevolmente tra le vostre mani con una tale velocità capace di sorprendervi. Grazie ad uno stile così diretto, intenso e vivido, la Morton accompagna il suo lettore in una vera e propria montagna russa fatta di salite estenuanti ed inattese discese che lasciano letteralmente senza respiro! Attraverso le parole intrecciate in questo romanzo, raccontate dalle emozioni dei suoi eclettici protagonisti, la Morton ci rivela la parte più affascinante, pura, passione e silenziosa dell'amore, cogliendone ogni sua sfaccettatura e trasportandola al centro di una trama in grado di avvolgere il lettore in una morsa che travolge ogni supposizione, ogni teoria ed ogni parvenza di apparente certezza. 

Cosa ne pensate, Lettori? Avete letto il romanzo?
Lasciatemi le vostre impressioni a caldo nei commenti.. 
Cristina

2 commenti:

  1. Cristina, anche a me è piaciuto moltissimo!! la morton sa costruire magistralmente storie complesse e affascinanti, personaggi mai banali e ambientazioni misteriose: la adoro *_*

    RispondiElimina
  2. Complimenti per la bella e intensa recensione. Leggerò anch'io questo romanzo e mi fa piacere vedere il tuo commento positivo :)

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...