venerdì 13 maggio 2016

SCRITTORI EMERGENTI #50 : Un Certo Tipo di Tristezza di Sara Gavioli

Buongiorno Silenziosi Lettori! 
In questo nuovo appuntamento con la rubrica del quasi fine settimana dedicata esclusivamente a voi, #scrittoriemergenti, sono felice di ospitare Sara Gavioli ed il suo romanzo d'esordio Un certo tipo di tristezza. Tra le sue pagine, Sara Gavioli narra la storia di Anna in maniera molto schietta e coinvolgente, sensibilizzando il lettore alla sua particolare condizione, ai suoi dilemmi e alle difficoltà che deve affrontare. Durante il corso del romanzo l'autrice riesce a stimolare il lettore, portandolo a riflettere sui dubbi con cui si interroga la protagonista, spingendolo a porsi le stesse domande che la affliggono e portandolo ad effettuare lui stesso delle scelte precise.
Un romanzo edito da Inspired Digital Publishing.
Se interessati, potete conoscere più a fondo la scrittrice visitando il suo Blog.

Prezzo: 1.99€ | Pagine: -
Un certo tipo di tristezza è la storia di Anna, una giovane ragazza che fatica a rapportarsi con le persone e la società che la circonda, scegliendo di rifugiarsi in una tana sicura fatta di incertezze e fragilità...
Un romanzo di formazione che esorta il lettore a riflettere su come affrontare le situazioni, le sfide ed i problemi di tutti i giorni!
────────────────
Convinta che il mondo lì fuori la rifiuti, Anna decide di chiudersi in una tana fatta di incertezze e fragilità. 
Un giorno, però, un'opportunità inaspettata la trascina in quello che impara a considerare il suo ambiente naturale: una casa isolata in montagna, con accanto un paesino in cui ogni persona ha una storia. Sarà in particolare una di queste storie, sigillata fra le pagine di vecchi diari ingialliti, che la porterà ad interrompere la sua staticità, le sue incessanti riflessioni ed i suoi dubbi ed incertezze, spronandola a reagire per cominciare, finalmente, a camminare con le proprie gambe!


Sara Gavioli nasce a Siracusa nel settembre del 1984, in una casa piena di libri e gatti.
Figlia unica, coltiva da sempre l'interesse per le scienze umane e la letteratura.
Dopo la laurea in Scienze dell'Educazione e della Formazione si trasferisce a Milano in cerca di un lavoro, che a volte serve. Nell'attesa di trovarlo vive in un bilocale sfornito di librerie, circondata da colonne di romanzi ancora da leggere. Come tutti ha scritto poesie, racconti, poemi epici, ha vinto concorsi con pubblicazioni di antologie e anche una coppa del catechismo negli anni '90, ma Un certo tipo di tristezza è il suo primo romanzo e non sarà l'ultimo.
Cristina

1 commento:

  1. Io l'avevo comprato tempo fa ma non ho ancora trovato il tempo per leggerlo! Mi aveva attirato tantissimo la copertina *_*
    Ciao da Fede

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...