Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

[ REALEASE PARTY ] Il Labirinto degli Spiriti di Carlos Ruiz Zafón - Mondadori

Buongiorno Silenziosi Lettori! 
In questo giorno indubbiamente speciali per gli amanti di Carlos Ruis Zafón, 10 Blog Letterari condivideranno insieme a voi la loro passione per una saga che, proprio oggi, raggiunge il suo atto finale!
Attraverso questo multicolore viaggio, infatti, potremo rivivere insieme quelle atmosfera, quei luoghi, quelle emozioni e quegli intriganti misteri che ci hanno accompagnati, come amici affascinanti e misteriosi, in questi anni al centro di una storia fitta di amore, tensione, intrighi ed inevitabili colpi di scena. Ultimo atto di uno spettacolo letterario che risponde al nome di Il Labirinto degli Spiriti con cui Zafón riscopre fantasmi lontani, nuove inafferrabili comparse e incontrovertibili complotti che porteranno Daniel ad affrontare ombre possenti e silenziosi ancora più oscure e dolorose.

Pronti a tornare nella meravigliosa, affascinante ed enigmatica Barcellona?
Scopriamo insieme questo ultimo capitolo e riviviamo insieme quegli elementi che mi hanno fatto letteralmente innamorare di una saga senza tempo...

Prezzo: 23.00€  | Pagine: 832
Gran finale della saga che raggiunge l'apice della sua intensità attraverso una maestosa celebrazione del mondo dei libri, dell'arte di raccontare storie e del legame magico che si stabilisce tra la letteratura e la vita.

Barcellona, fine anni '50. 
Daniel Sempere non è più il ragazzino che abbiamo conosciuto tra i cunicoli del Cimitero dei Libri Dimenticati, alla scoperta del volume che gli avrebbe cambiato la vita.
Il mistero della morte di sua madre Isabella ha aperto una voragine nella sua anima, un abisso dal quale la moglie Bea e il fedele amico Fermín stanno cercando di salvarlo.
Proprio quando Daniel crede di essere arrivato a un passo dalla soluzione dell'enigma, un complotto ancora più oscuro e misterioso di quello che avrebbe potuto immaginare si estende fino a lui dalle viscere del Regime.
È in quel momento che fa la sua comparsa Alicia Gris, un'anima emersa dalle ombre della guerra, per condurre Daniel al cuore delle tenebre e aiutarlo a svelare la storia segreta della sua famiglia, anche se il prezzo da pagare sarà altissimo...


IN VIAGGIO CON.. CARLOS RUIZ ZAFÓN!

Per rispondere alla fatidica domanda « Come hai scoperto Zafón? » dovrei chiamare ancora una volta in causa il fato ed il mio sesto senso che, nel suo momento di maggior infallibilità, mi ha spinto a scegliere proprio il Cimitero dei libri dimenticati come nuova lettura tanti anni fa..

Allora, non mi ero ancora avvicinata a scrittori spagnoli ed entrare nel mondo creato da Zafón si è inevitabilmente rivelata una meravigliosa e sorprendente scoperta!
Per quanti ancora non lo conoscono o per quanti, come la sottoscritta, amano ripercorrere le strade di una vecchia Barcellona e toccare con mani le copertina di vecchi volumi custoditi nella libreria Sempere e Figlio, in questo articolo vi presenterò i 3 elementi che mi hanno affascinato e rapito, creando quel meraviglioso colpo di fulmine letterario indubbiamente caro sia agli autori che a noi lettori onnivori, in costante ricerca di nuove e cocenti passioni!

« I libri perduti nel tempo, vivono per sempre, in attesa del giorno in cui potranno tornare 
nelle mani di un nuovo lettore, di un nuovo spirito... »

Il primo elemento che immediatamente cattura il lettore, sfogliando con curiosità e naturale incertezza le prime pagine di Il Cimitero dei libri dimenticati, è il legame profondo ed intimo tra il protagonista Daniel ed il mondo dei libri: misterioso, enigmatico ed affascinante, in quanto tale capace di focalizzare immediatamente la curiosità del lettore, spingendolo verso una lettura vorace e feroce, pagina dopo pagina. Un legame che permette anche un'immedesimazione naturale ed inevitabile con lo stesso protagonista, seguendone con ovvia intensità ogni azioni, ogni decisione e ogni più piccola ed apparentemente innocua emozione!

« Ricordo ancora il mattino in cui mio padre mi fece conoscere il Cimitero dei Libri Dimenticati. 
Erano i primi giorni dell'estate del 1945 e noi passeggiavamo per le strade 
di una Barcellona intrappolata sotto cieli di cenere e un sole vaporoso che si spandeva 
sulla rambla de Santa Monica in una ghirlanda di rame liquido. »

Il secondo elemento, invece, si presenta come naturale conseguenza del primo: una scrittura ipnotica, coinvolgente, quasi viva! Zafón riesce perfettamente a condurre il lettore al centro esatto della scena, arrivando quasi a fargli provare sulla sua stessa pelle l'atmosfera gotica e piovosa della sua seducente Barcellona o il fascino nascosto e sorprendente delle sue sconosciute stradine, capaci di nascondere ad un occhio estraneo e poco attento segreti e passioni inconfessabili.

L'ultimo elemento, infine, è il viaggio ad occhi aperti che Zafón concede ai suoi affezionati lettori durante la narrazione dei suoi romanzi; se deciderete di leggere questa saga, infatti, vi appresterete a compiere un affascinante viaggio letterario a 360°. Non solo incontrerete personaggi intriganti e curiosi, ma, allo stesso tempo, visiterete luoghi senza tempo di un' indimenticabile ed indimenticata Barcellona come Plaça Reial - splendida e celebre piazza con le palme e i portici - la Rambla - la strada che divide il Barrio Gotico dal Raval, quartieri chiave nei romanzi di Zafón - la Villa Helius - all'incrocio tra Calle Panamà e Calle Abadesa Olzet che troverete ne Il Gioco dell'Angelo - e ovviamente il Cimitero dei Libri Dimenticati - invenzione di Zafón che dovrebbe sorgere nel luogo reale di Carrer de l'Arc del Teatre, un vicolo minuscolo del Raval. Credetemi sulla parola, la vostra voglia di viaggiare crescerà inevitabilmente alla fine di ogni libro! Barcellona? ARRIVIAMO!

Questi sono sono alcune delle ragioni per cui non potete indugiare oltre, correre in libreria e leggere questa saga; lasciatevi condurre in un'atmosfera unica, poetica ed affascinante!
Non perdetevi gli altri appuntamenti dello speciale Release Party nei blog partecipanti:


Cosa ne pensate, Lettori? Avete letto Zafón?
Cosa vi ha fatto innamorare di questa saga?
Stringete già tra le mani la vostra copia di Il Labirinto degli Spiriti?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti... 
Cristina

1 commento

  1. L'idea del cimitero dei libri dimenticati mi ha colpito tantissimo quando ho letto il libro la prima volta. Ricordo di averci fatto perfino qualche sogno e incubo. La mia fervida immaginazione ha trovato pane per i suoi denti. Mi ha fatto ripensare a tutti i libri vecchi o poco amati che avevo rilegato in soffitta xD

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top