Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

SCRITTORI EMERGENTI #60 : L'Alchimista Innominato di Anonima Strega

Buongiorno Lettori! 
Con il tanto atteso weekend alle porte - per me si prospetta decisamente speciale - torna puntuale come sempre l'appuntamento con la rubrica dedicata agli #scrittoriemergenti; oggi sono felice di ospitare la scrittrice Anonima Strega con il suo romanzo L'Alchimista Innominato.
Tra tutte le mail arrivate nella mia casella di posta da quando ho inaugurato questa vetrina letterario, posso assicurarvi che è stata quella più originale di tutte, tanto da strapparmi ben più di un sorriso durante la lettura! Fidatevi, assolutamente merita.. 

E se i promessi sposi fossero vissuti nella Firenze del Trecento?
Se Lucia fosse stata una filatrice a favore dei diritti delle lavoratrici?
Se l’Innominato si fosse dedicato alla ‘conversione’ del metallo in oro?

Firenze, 1348
La filatrice Lucia è promessa al lanaiolo Lorenzo de’ Tramaglini, ma il notaio ser Roderico ha scommesso che la sposerà. 
Nonostante il vantaggioso cambio di programma, Lucia oppone resistenza al progetto del notaio, che minaccia di screditarla agli occhi della legge a causa delle sue idee politiche. 
Per rinviare le nozze, Roderico organizza il rapimento della ragazza e chiede aiuto all'Innominato, un nobile despota che si nasconde nelle campagne di Fiesole grazie alla sua protezione, per la quale riceve in cambio favori di natura criminale. 
Nel frattempo, però, la vita isolata e gli studi stanno portando l’Innominato su un’altra strada. La crisi di coscienza e il conflitto con la prigioniera gli offrono spunto sulla ‘conversione’ del metallo in oro letta alla luce di una tradizione arrivata dalla via della seta: l’unione con la compagna predestinata per compiere insieme la Grande Opera, la trasformazione dell’energia sessuale nel corpo dell’adepto, per risalire all'armonia perduta. 
Ma questo non rientra nei piani di Roderico..

Anonima Strega si occupa da sempre di tematiche legate all'occulto. 
Preferendo tutto quanto concerne l’universo femminile neopagano, è di conseguenza al contempo molto romantica, anche se l’oggetto dei suoi desideri esce spesso dalle righe, così come i personaggi delle sue storie. In una vita precedente ha già avuto a che fare con i libri, ma i vaghi ricordi sono perlopiù negativi, e per libertà di movimento si dichiara disinteressata a qualsiasi proposta editoriale. Il suo antro è situato in un luogo nascosto, custodito da una gatta nera d’angora e una coppia di anziani troll norvegesi. 
Da lì dispensa consigli magici attraverso anonimastrega.blogspot.it
Cristina
1

[ DOMINO LETTERARIO ] RECENSIONE: Vita Segreta di una Gourmet di Jessica Tom | HarperCollins Italia

Buongiorno Lettori! 
Come state trascorrendo questa estate? Siete già in vacanza o in procinto di preparare le vostre valigie? Siete indecisi sul romanzo da portare con voi? Niente paura, sono qui apposta per questo!
Siamo arrivati al secondo mese insieme all'iniziativa del DOMINO LETTERARIO - qui potete trovare tutto il calendario delle recensioni di Luglio; ed oggi sono felice di condividere con voi la mia opinione di Vita segreta di una gourmet, romanzo d'esordio della food-blogger americana Jessica Tom. Il titolo originale Food Whore - reso decisamente più digeribile nella sua versione italiana - rende perfettamente l'idea del contenuto e del non troppo velato messaggio di critica alla moderna società facilmente individuabile tra le sue pagine. Vita segreta di una gourmet è al tempo stesso un libro che fa divertire e sognare in grande, senza perdere il contatto con la realtà e con la nostra fervida coscienza pronta a riscuotere il suo credito, prima o poi! Un frammento di vita che accompagna il lettore in un viaggio tra le gioie del piacere umano, gli sfarzi di una vita di lusso, le più infide tentazioni e l'estrema facilità dell'essere umano nel rinnegare se stessi: è davvero questo il prezzo da pagare per raggiungere il successo?

Fresca di laurea, Tia Monroe ha tutta l'intenzione di irrompere sulla scena gastronomica di New York City come un ciclone. Ma nel momento in cui l'opportunità di un prestigioso tirocinio va in fumo come un arrosto dimenticato nel forno, improvvisamente realizza che la strada per il successo è ancora tutta da percorrere. In salita. Così quando le si presenta un autentico colpo di fortuna, Tia lo acciuffa al volo. Michael Saltz, il leggendario critico gastronomico del New York Times, le confida un segreto e le fa una proposta: vorrebbe che Tia diventasse il suo palato e la sua ghostwriter. Michael, infatti, ha perso il senso del gusto, ma una simile ammissione porrebbe fine alla sua prestigiosa carriera. Così i due decidono di aiutarsi a vicenda. Lui mantiene inalterata la sua fama e Tia viene proiettata in un mondo che fino a quel momento ha solo sognato. Ristoranti stellati frequentati dalle celebrità, chef venerati come star di Hollywood. E una successione infinita di portate prelibate da perderci la testa. Per Tia è come essere approdata direttamente in paradiso, fino a quando non realizza la più scontata delle verità! Lei scrive gli articoli, e Michael si prende tutti gli onori. Al netto degli abiti firmati che indossa, Tia è ancora al punto di partenza. Ora la domanda è semplice: quanto è disposta a rischiare per la fama e la vita che ha sempre desiderato?
Scoprire Jessica Tom è stata per me un'autentica ed inaspettata sorpresa! 
Sono rimasta immediatamente affascinata da questo romanzo fin dal momento in cui - scartando il pacco appena consegnato dal corriere - mi sono imbattuta in una copertina enigmatica ed affascinante con un sottotitolo che ha attirato la mia più totale attenzione: Il Diavolo Veste Prada in versione gourmet.
Ora, la sottoscritta fa parte di quel gruppo sicuramente nutrito di persona che ha letteralmente amato la versione cinematografica del romanzo di Lauren Weisberger; soprattutto grazie alla magistrale e sublime interpretazione di Meryl Streep nel ruolo dell'accattivante, perfida ed irresistibile Miranda Priestly. 
Protagonista di Vita segreta di una gourmet è Tia Monroe, una ragazza decisa ed intraprendente che - con la tanto agognata laurea in tasca - si affaccia per la prima volta nel dissacrante mondo reale, freddo e spietato del lavoro dove non c'è spazio per i sogni custoditi in fondo ad un cassetto impolverito, ma che richiede freddezza, sagacia, scaltrezza e quel minimo di inestimabile fortuna. Tia è sicuramente quel genere di ragazza che sa benissimo quello che vuole: fidanzata da tempo con lo stesso ragazzo conosciuto negli anni del college, ha programmato ogni frammento della sua vita per quella preziosa opportunità offerta da un importante tirocinio con una delle maggiori scrittrici gastronomiche del settore. Ma come un fragile castello di sabbia, basta una folata di vento improvvisa per distruggere il sogno di una vita intera! L'infatuo destino sembra averle concesso un periodo di tregua quando Michael Saltz - uno dei maggiori ed influenti critici gastronomici del New York Times - confidandole un segreto che in pochissimi conoscono, le offre l'occasione di rivincita proponendole di diventare il suo palato e la sua ghostwriter
Inizia così una muta collaborazione che porterà Tia a stretto contatto con un mondo frivolo e patinato, fin troppo lontano da quello che aveva da sempre conosciuto: un mondo fatto di salite e sacrifici, di sudore e difficoltà, di porte sbattute in faccia e di cocenti delusioni. Come resistere a tutto quell'invitante scintillio?
Ristoranti di lusso, personaggi importanti, abiti firmati conducono Tia verso un profondo cambiamento intimo e personale condannato ad estendersi a macchia d'olio, giorno dopo giorno, creando una nuova versione che lei stessa stenta a riconoscere. Questo particolare lega a doppio filo il romanzo con il sopracitato Il Diavolo Veste Prada: sia Tia che Andrea si ritrovano a giocare una partita a cui non erano state preparate, risucchiate in un mondo affascinante e pericoloso, cosparso di luci e lustrini e naturalmente invitante come la migliore portata a cinque stelle!
Da leccarsi i baffi! Ma la realtà torna sempre a riscuotere il suo credito insieme ad una paziente coscienza pronta a bussare prepotente al nostro cuore, rivelandoci come, proprio alla fine, la battaglia più difficile da vincere è quella con noi stessi!

« Avrei voluto avere il coraggio di essere me stessa 
e di aprire il mio cuore agli altri, anche a costo di soffrire.. »

Se da una parte Tia si dimostra un personaggio affascinante in tutta la sua umana vulnerabilità, non posso dire lo stesso del suo alter-ego maschile - ed in generale degli uomini che affollano la sua vita, più o meno di passaggio! Michael Saltz non ha proprio nulla del carisma, dell'eccentricità e della classe di Miranda Priestly; Saltz è un uomo che non lascia presagire nulla di buono, schivo e mellifluo, vile in molti suoi atteggiamenti e superficiale nei restanti! No, chiaramente non ha conquistato la mia simpatia, anzi. Diciamo solo che lo avrei volentieri preso a sberle in ben più di un'occasione...
Leggere questo romanzo è stato ben più di una pausa rinfrescante dal caldo opprimenti della vita di tutti i giorni; Vita segreta di una gourmet ti trasporta in un autentico viaggio al centro esatto del piacere! Culinario, ovviamente. Lo stile adottato dalla Tom si presenta assolutamente lineare, semplice ed intuitivo tale da trasportare il lettore al tavolo migliore dei ristoranti più rinomati della Grande Mela. 
Le sue parole non si leggono semplicemente, ma si vivono nella maniera più intensa e sublime; cullati da un odore pungente che penetra nelle narici diffondendosi come una pura scarica elettrica in tutto il corpo, assaporandone ogni gusto, ogni profumo e ogni delizia in ogni sua più piccolo ed invitante sfaccettatura. 
Il tutto immerso nelle scintillanti atmosfere di un'incantata, sfuggevole e contrastante New York City che fanno da perfetto contorno ad una storia che si divora letteralmente, pagina dopo pagina, senza alcuna difficoltà. Lo stile linguistico adottato da Jessica Tom risulta frizzante e diretto senza particolari ed eccessive forzature, al punto tale da coinvolgere il suo lettore fin dalle prime pagine, in una morsa di frenesia e curiosità che lo accompagnerà fino al suo epilogo. 

Se siete alla ricerca di un libro da mettere in valigia accanto a costumi, abitini e occhiali da sole questo è il titolo perfetto per voi! Vogliamo scommettere?
8

[ SEGNALAZIONE ] : Spalle Al Muro di Alan Brenham

Buongiorno Lettori e Buona Domenica! 
Come state trascorrendo questo week-end? Quali letture vi stanno facendo compagnia?
Qui in Umbria - rispettando alla perfezione le previsioni - mi sono svegliata in un tepore vagamente settembrino, con tanto di diluvio universale, tuoni e un venticello quasi paralizzante. 
Quindi, ho pensato, perchè non suggerire una nuova elettrizzante avventura nero su bianco per allietare questo pessimo inizio di giornata?
Questa mattina torno a parlarvi del genere thriller direttamente da oltreoceano: Spalle al Muro di Alan Brenham. Dopo il successo de Il prezzo della giustizia, Alan Brenham torna in libreria con un romanzo che ha tutte le carte in regola per diventare un altro potenziale bestseller e per catturare l'attenzione di ogni appassionato di detective story. Spalle al Muro grazie alla sua precedente esperienza lavorativa - si dimostra in grado di condurre il lettore con maestria e notevole realismo nel labirinto della mentalità criminale e nella complessità dei meccanismi di indagine. Protagonista di questo thriller ad alta tensione è Matt Brady, un giovane e brillante detective di polizia, la cui carriera è già stata segnata da un episodio tragico di cui si sente responsabile. Ora gli è stato affidato un caso che riguarda la sparizione di sette donne e un omicidio. Indagare e risolvere il caso, per lui non è solo una questione lavorativa ma, soprattutto, un modo per riscattarsi e sconfiggere per sempre i demoni del passato.  
L’analisi psicologica del protagonista e dei personaggi criminali è tratteggiata da Brenham con grande sensibilità. I dialoghi, realisticamente crudi e taglienti, offrono uno spaccato sul mondo criminale che solo chi è stato sul campo parecchi anni, come l’autore, può descrivere in modo così efficace.    
Nel 2015, Spalle al muro è stato finalista agli USA International Book Awards.  


Brady è perseguitato dal ricordo di un caso di rapimento finito in modo tragico! 
Per evitare che la storia si ripeta, il detective Matt Brady cerca in tutti i modi di risolvere il caso della sparizione di sette giovani donne, ma ben presto dovrà scontrarsi con un’organizzazione criminale che conosce alla perfezione le procedure di polizia, tanto quanto Brady stesso...
Un’organizzazione pronta a fare qualunque cosa per essere sempre un passo avanti a lui. 
Gli eventi precipitano nel momento in cui una giovane veterinaria, di cui Brady è innamorato, si intromette nelle indagini e rischia di diventare l’ottava vittima. Quando il detective cercherà di proteggerla, si ritroverà nel mirino di uno spietato killer professionista. 
Riuscirà Brady a risolvere il caso in tempo per salvare il suo nuovo amore, oppure questa indagine segnerà la fine per entrambi? 

LINK D'ACQUISTO
AMAZON | KOBO | ITUNES


Alan Brenham - pseudonimo di Alan Behr, un autore e avvocato americano. Ha servito lo stato come ufficiale di polizia e investigatore criminale prima di conseguire la laurea in legge ed esercitare la professione di procuratore e, in seguito, di avvocato penalista. Come autore, ha scritto tre romanzi di genere thriller poliziesco: Il prezzo della giustizia, pubblicato in Italia nel 2015, Spalle al muro e Rampage, non ancora tradotto in lingua italiana. Attualmente sta lavorando a due nuovi romanzi che saranno pubblicati a breve. Alan vive con la moglie nella città di Austin, in Texas.  
Cristina
1

RECENSIONE : La Ragazza Senza Passato di Simon Wood

Buongiorno Lettori! 
Con il week-end praticamente dietro l'angolo, dopo una settimana decisamente frenetica e senza respiro, trovo un attimo di pace per aggiornarvi sulle mie ultime letture..
Dopo tempo immemore, finalmente, riesco a stringere tra le mani nuovamente il mio adorato computer per condividere con voi la mia ultima recensione, frutto di una lettura essenzialmente frenetica ed aiutata da una lunga giornata oziosa in piscina.
La ragazza senza passato di Simon Wood per Newton Compton Editori.
Amanti del thriller, vi aspetto nei commenti :)

Prezzo:12.00€ | Pagine: 288
Appena laureate, Zoe e Holli sono partite per un viaggio di divertimenti a Las Vegas. 
Ma durante il ritorno è successo qualcosa di imprevedibile e folle. 
Le due ragazze sono state rapite e trasportate in una sordida camera delle torture. 
Zoë è riuscita miracolosamente a scappare ed è stata ritrovata daltla polizia, confusa e sotto shock. Da allora la sua vita è cambiata per sempre. L'ultima volta che ha visto Holli, l'amica era inerme nelle mani di un sadico killer. 
Un anno dopo, ancora tormentata dai sensi di colpa, Zoë s'imbatte in un caso su cui sta indagando la polizia, che sembra assomigliare stranamente al suo rapimento. 
Insieme a un detective molto zelante, Zoë ripercorre i passi di quella fatidica notte nel deserto, sperando che la sua memoria torni e li aiuti a rendere giustizia a Holli. 
Pian piano, si avvicina sempre più all'uomo che l'ha rapita. 
L'uomo che marchia le sue vittime sfregiandole con un coltello. 
Il Marchiatore. Il killer non ha smesso di aspettarla. 
E il tempo ha alimentato la sua sete di vendetta. 

Storia: 4 | Personaggi: 3 | Stile: 3 | Copertina: 3

La ragazza senza passato si presenta come un thriller atipico dove il lettore non è chiamato a scoprire il nome che si cela dietro alle geste disumane narrate tra le sue pagine, anzi. Simon Wood ci rivela la sua identità fin dalle prime pagine: Beck Marshall è un uomo chiaramente disturbato, segnato da un oscuro passato fatto di soprusi, punizioni e violenze che hanno profondamente corrotto la sua mente, spingendolo a punire  le cattive ragazze attraverso torture fisiche e mentali fino a condurle, agonia dopo agonia, verso l'incontro definitivo con la morte. 

« Un altro urlo. Zoe lo sentì vibrare nelle ossa. Era più di una richiesta di aiuto. 
Era un urlo di dolore, e fu talmente scioccante da riportarla subito al presente.. »

Nuda, legate ai polsi e alle caviglie da due fascette di metallo, sporca di fango, marchiata sulla pelle da un simbolo IV che non riesce a decifrare, Zoë può solo assistere impotente alle urla strazianti della sua migliore amica, brutalmente seviziata e torturata, nel capanno a fianco, a pochi metri di distanza. 
Non c'è tempo per pensare. L'uomo potrebbe tornare da un momento all'altro. 
Fuggire è la sua unica speranza di salvezza! 
Pur essendo sopravvissuta a quell'incubo, la vita di Zoë non è più la stessa: un senso di colpa profondo e cocente la spinge ad allontanarsi da ogni suo legame precedente, come testarda espiazione di un peccato che non ha mai commesso. Un'esistenza che la ragazza cerca di costruire con impegno e fatica, giorno dopo giorno, per raggiungere quell'agognata parvenza di normalità; fino a quando quel lontano ed offuscato incubo torna ad imbattersi violento ed improvviso nella sua vita, distruggendola come un fragile castello di sabbia. Quando una donna viene trovata nuda, abbandonata in un cantiere isolato, appesa ad un gancio, violentemente torturata ed uccisa, Zoë non ha dubbi: il passato è tornato da lei per chiudere definitivamente i conti in sospeso! La polizia brancola nel buio, non riuscendo a trovare il benchè minimo appiglio verso cui indirizzare l'indagine, ma la ragazza sa di avere addosso qualcosa di indelebile, una cicatrice che non ha mai smesso di pulsare da quella notte, in grado di condurli verso una caccia al mostro che la coinvolgerà inevitabilmente in prima persona. Cosa accadrà quando Il Marchiatore incrocerà il suo viso? Sarà pronto a terminare la sua opera? L'incubo di Zoë avrà mai fine?

« Sapeva che era puro terrore.. Terrore per ciò che era accaduto a lei e a Holli. 
Terrore per ciò che era accaduto alla donna uccisa. Terrore che per lei ricominciasse tutto da capo. 
Il nemico è la paura! »

Indubbiamente La ragazza senza passato è un romanzo che si legge tutto d'un fiato, grazie ad uno stile diretto, crudo ed incalzante che non lascia via di scampo al suo lettore.
Allo stesso modo, credo che questo thriller manchi di un tassello, a mio personalissimo avviso, fondamentale per permettere di alzare l'asticella al livello di grande thriller come richiamato nella copertina! Per comprendere a fondo ciò che manca è doveroso partire da quello che ci è stato detto dall'autore sin dalle prime pagine, ossia l'identità nuda e cruda del mostro, Beck Marshall. Solitamente in un thriller questo specifico elemento rappresenta quel quid in più che lo contraddistingue chiaramente dagli altri generi letterari; elemento imprescindibile che spinge il lettore a scervellarsi letteralmente parlando per scoprire il nome che si cela dietro quelle determinate azioni, centro nevralgico dell'intero romanzo. In questo caso, invece, è l'autore stesso a compiere il nostro lavoro, rivelandoci l'identità del Marchiatore fin dalle primissime pagine..
Quindi, a mio parere, era fondamentale spingere l'accelleratore sul suo passato e sulle più profonde motivazioni che hanno spinto questo personaggio - intrigante nella sua disumanità e nei suoi contrastanti comportamenti -  a macchiarsi di tali crimini tanto atroci quanto inimmaginabili, andando ad indagare maggiormente sulla psiche per farsì che il lettore venga ad essere risucchiato al centro esatto di un vortice che rappresenta sostanzialmente l'unico mistero ancora da svelare..
Pur in mancanza di questo elemento che avrebbe sicuramente dato a La ragazza senza passato una maggiore corposità e densità di trama, siamo di fronte ad un thriller interessante e ben costruito nel suo complesso; durante la narrazione si avvicendano piccoli colpi di scena capaci di tenere il lettore ancorato alle sue pagine, ma, senza dubbio, se l'autore si fosse soffermato maggiormente sul lato introspettivo e psicologico dello sconvolgente protagonista, il risultato sarebbe stato molto più convincente!

Tirando le somme, mi sento di consigliare questo romanzo a quanti si affacciano per la prima volta a questo genere letterario; non avendo mezzi di paragone credo che sarete perfettamente in grado di cogliere i suoi punti a favore. La ragazza senza passato è quel genere di romanzo che si lascia divorare avidamente e che riesce a sfruttare nel modo più proficuo tutte le frecce a disposizione, creando un'atmosfera realistica ed incerta, dalla prima all'ultima pagina. Fiore all'occhiello di questo thriller è sicuramente la sua protagonista che si presenta essenzialmente senza maschera, vivida e reale in ogni suo gesto, in ogni suo comportamento, in ogni suo errore e in ogni sua più piccola e fragile sfaccettatura. 

Ora la palla infuocata passa inevitabilmente a voi!
Cosa ne pensate, Lettori? Avete letto questo romanzo?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
1

SCRITTORI EMERGENTI #59 : Il Libro Blu di Fernanda Ranieri

Buongiorno Lettori! 
Si rinnova il consueto appuntamento del fine settimana con la rubrica #scrittoriemergenti che ospita volenterosi scrittori che si affacciano per la prima volta al mondo editoriale o che, altrimenti, desiderano far conoscere i propri romanzi. Oggi è il turno di Fernanda Ranieri in compagnia di Il Libro Blu che potete acquistare sullo store digitale di Amazon.
Ma prima.. scopriamolo insieme! 

Prezzo: 10.00€ | Pagine: 108
Continuano le avventure dei quattro ragazzi che avevamo conosciuto ne La Mongolfiera, Il Monte Tambura e Il Tappeto Volante. Ne Il Libro Blu, però, l'ambientazione cambia radicalmente, non ci troviamo più sulle Alpi Apuane, bensì negli Stati Uniti, dove Stella è ospite dei suoi amici Frank e Rebecca.
Ai giovani protagonisti, si aggiungeranno, strada facendo, altri personaggi, che formeranno un gruppo affiatato da subito e pieno di voglia di divertirsi. Il loro desiderio sarà quello di festeggiare il nuovo anno visitando buona parte degli Stati Uniti, soprattutto la zona delle riserve indiane, ma le cose a un certo punto prenderanno una piega ben diversa da quanto programmato dai ragazzi. Stella scopre, infatti, di aver scambiato il suo bagaglio in aeroporto con quello di qualcun altro e, per questo disguido, di essere entrata in possesso di un libro che scotta, ricercato dai servizi segreti e contenente informazioni assolutamente top secret. Chi ha perso il libro cercherà in tutti i modi di recuperarlo e, da questo momento, i colpi di scena si susseguiranno.. perfino Keanu Reeves verrà coinvolto nella vicenda, suo malgrado, diventando così uno dei protagonisti della storia!


Fernanda Ranieri è nata in Versilia, a Massa Carrara. 
Fin da piccola ha avuto passione per il disegno e la poesia. Passioni che ha tralasciato durante la gioventù, ma che ha sentito il bisogno di coltivare in questi ultimi anni, precisamente dal 2003.
A Marzo 2013 sono stati pubblicati in ebook - dalla casa editrice La Case Book di Los Angeles - due suoi libri di narrativa La Mongolfiera, il Monte Tambura e Il Tappeto Volante e Il Libro Blu. 
Cristina
0

[ UFFICIO STAMPA ] : Oltre 2.000 ebook SOLO DOMANI in offerta al prezzo speciale di 1.99€

OLTRE 2.000 EBOOK IN OFFERTA SPECIALE
IL 19 LUGLIO A €1.99 


Più di 2.000 titoli ebook in promozione domani, 19 luglio, al prezzo di 1,99€ ciascuno su tutti gli store.

Un’offerta che comprende un’ampia varietà di generi, dai romanzi d’amore ai gialli, dai thriller ai romanzi d’avventura, dai classici alla saggistica, senza dimenticare i libri per i più piccoli.

I cataloghi di Salani, Editrice Nord, Vallardi, Corbaccio, Ponte alle Grazie, TEA, Tre60, Magazzini Salani, Ape Junior, Nord-Sud Edizioni e La Coccinella, saranno in promozione per un solo giorno su tutti i principali store. In promozione anche il catalogo dei romanzi pubblicati dal concorso letterario ioScrittore. Tra gli autori in promozione Robert Galbraith - pseudonimo di J.K. Rowling -, Glenn Cooper, Marie Kondo, James Patterson, Jennifer Probst, Charlotte Link, James Rollins, J. Lynn, Diana Gabaldon, GianniSimoni, Giorgio Nardone, Albert Espinosa, Sarah Waters, Margaret Atwood.

L'estate è il momento migliore per la lettura di ebook - commenta Alessandro Magno, Direttore area digitale GeMS - non solo perché si ha più tempo libero, ma anche perché la lettura digitale consente di portare in vacanza, su tablet, ereader o smartphone, un'intera biblioteca, senza appesantire la valigia. Per questo abbiamo pensato a una promozione irripetibile, in cui oltre duemila titoli, per un giorno, sono ad un prezzo incredibile, inclusi i maggiori best seller degli editori coinvolti. Tanti ebook per tutti i gusti, per chi non ha ancora scelto le letture per l’estate e per chi vuole provare la lettura digitale.

La promozione è attiva su tutti gli store ebook.

Di seguito i link ad alcuni dei principali:
Amazon/GiuntialPuntohttp://goo.gl/41dBf2
  
Di seguito i link specifici ai cataloghi delle varie case editrici:

Casa Editrice Nord:

Salani:

Vallardi:

Corbaccio:

Ponte alle Grazie:

TEA:

Tre60:

Magazzini Salani:

IoScrittore:

La Coccinella:

Ape Junior:

Nord-Sud Edizioni:
Cristina
1

[ UFFICIO STAMPA ] : Carve The Mark di Veronica Roth

CARVE THE MARK
IL NUOVO LIBRO DI VERONICA ROTH

Autrice della serie bestseller Divergent
Esce in contemporanea mondiale il 17 Gennaio 2017
In Italia lo pubblica Mondadori


Milano, 15 Luglio 2016.
Carve The Mark è il nuovo romanzo di Veronica Roth, autrice della serie bestseller Divergent, che dal 2011 ha venduto in tutto il mondo 35 milioni di copie. Il libro esce in contemporanea mondiale il 17 Gennaio 2017 e in Italia lo pubblica Mondadori. 
Carve The Mark è il primo di una nuova serie composta da due libri e tradotta in trentatré lingue. L'uscita del secondo volume è prevista nel 2018.

Veronica Roth annuncia così l'uscita del suo nuovo romanzo:
Carve the mark nasce da un'idea che ho cominciato a scrivere quando avevo dodici anni, ma che non riuscivo a portare a termine. Volevo raccontare la storia di un ragazzino che è stato rapito e che scopre di sentirsi a suo agio più nel posto in cui l'hanno portato che a casa propria. Mi spiego: che cosa fai se scopri un'affinità proprio con gli acerrimi nemici del tuo popolo? Come ti fa sentire questo? La storia nel frattempo è cambiata, ma il nucle della trama è ancora lo stesso! 
Carve the Mark differisce da Divergent per molti aspetti: anzitutto non riguarda delle persone buone che fanno la cosa giusta per salvare il mondo, piuttosto della gente disperata disposta a fare qualsiasi cosa per ottenere ciò che vuole. Il problema è capire che cosa vogliono. 
Carve the Mark è anche ambientto in un universo molto esteso, con una storia complessa, lingue diverse e fenomeni misteriosi. Non ha la dimensione claustrofobica delle ambientazioni distopiche e non assomiglia per nulla al nostro mondo. 
Veronica Roth parla anche dell'emozione di essere pubblicata contemporaneamente in trentatré lingue diverse: Sono emozionata e anche un po' spaventata. Sono stata in tour due volte lo scorso anno, quindi ho visitato dei Paesi dove Carve the Mark verrà pubblicato e questo significa molto per me: ora conosco i lettori, gli editori, i librai e persino gli scaffali. E' tutto molto concreto e reale. 
E ci sono delle parti di Carve the Mark che riguardano proprio l'importanza della lingua madre per le persone: infatti, anche se si parla o legge correttamente un'altra lingua, non sarà mai paragonabile alla propria. Proprio per questo motivo sono convinta che sia più che mai significativo il fatto che questo romanzo venga tradotto in trentatrè lingue.

Cristina
1

RECENSIONE : Il Cavaliere dei Sette Regni di George R.R. Martin

ALT! RECENSIONE!
Dopo essermi ripresa dall'ennesima delusione universitaria, torno a scrivervi in queste pagine per condividere con voi la mia opinione del romanzo Il cavaliere dei sette regni edito Mondadori di George R.R. Martin. Un'immancabile perla fantasy che - anche con le sue piccole mancanze, di cui vi parlerò a breve! - non può certamente mancare nella vostra libreria!



Westeros, novant'anni prima degli avvenimenti narrati nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco. Qui si muovono due nuovi grandi personaggi: Dunk, noto anche come Ser Duncan, cavaliere errante poco avvezzo agli intrihi di corte ma abile nella lotta e nobile di cuore e il suo giovane scudiero Egg, un soprannome dietro cui si nasconde, all'insaputa del mondo, Aegon Targaryen, principe della Casa dei Draghi e destinato un giorno a sedersi sul Trono di Spade. Alla morte del cavaliere di cui era scudiero, Dunk decide di prenderne le insegne e partecipare a un gande torneo che si svolgerà al campo di Ashford. Sulla strada, in una locanda, incontra un ragazzino che afferma di essere orfano. Dopo un primo rifiuto, Dunk accetta di farne il suo scudiero: è il primo sodalizio di una straordinaria coppia di eroi. 
Dal giudizio dei Sette, passando per una storia di intrighi e tradimenti sull'Altopiano, fino alla misteriosa sparizione di un uovo di drago, Dunk e Egg affrontano incredibili avventure attraversando i Sette Regni di Westeros dall'uno all'altro dei punti cardinali. 

Storia: 3 | Personaggi: 3 | Stile: 3½ | Copertina: 4

Il Cavaliere dei Sette Regni ci viene presentato sia nella copertina che nella quarta come il prequel della saga letteraria di George R.R. Martin - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - conosciuta dai più con il titolo di Game of Thrones grazie al planetario successo dell'omonima serie televisiva. 
Io non sono d'accordo.
Quello che viene raccontato da Martin in queste pagine è una storia solo indirettamente collegata a quella realtà fantasy - tumultuosa e decisamente sanguinaria - che abbiamo imparato ad amare pazientemente in questi ultimi dieci anni; ci troviamo in tempi antecedenti alla Ribellione di Robert Baratheon, in un'epoca dove i Sette Regni di Westeros vivevano ancora in una sorta di momentanea quanto fragile pace. 

« L'unica vita che conosceva era quella dei cavaliere erranti, che si spostano di fortezza in fortezza, 
al servizio di questo o quel lord, combattendo le loro battaglie e mangiano alle loro mense, 
fino a quando la guerra finiva, e allora ripartivano! » 

La storia ruota attorno a due caratteristici personaggi: Dunk - conosciuto anche come Ser Duncan o Duncan l'Alto - cavaliere errante, nato e cresciuto tra i vicoli dimenticati del Fondo delle Pulci ad Approdo del Re e Egg - bambino di appena dieci anni, orfano e scudiero del cavaliere - che nasconde un importante segreto dietro quella testa calva e una testardaggine impertinente, ma tradito da due inconfondibili occhi viola che catturano inevitabilmente l'attenzione del suo diffidente compagno di viaggio. 
Infatti, il piccolo Egg non è altro che Aegon Targaryen - che prenderà il nome di Aegon V dal momento in cui, quarto figlio in successione, occuperà il suo legittimo posto sopra il Trono di Spade - uno spoiler bello e buono che purtroppo ci viene rivelato già nella quarta di copertina; scoprirlo durante la lettura avrebbe lasciato al romanzo quel velo di maggiore mistero ed interesse che, in questo modo, è stato tolto letteralmente di bocca dal lettore!
Superata questa piccola delusione, il romanzo segue le peripezie dei nostri due giovani protagonisti che, loro malgrado, si ritroveranno al centro esatto di una scena composta di intrighi e tradimenti, al crepuscolo di una guerra che, anni dopo, avrebbe portato alla totale distruzione della casa Targaryen con tutte le conseguenze che ben conosciamo.. Pur avendo apprezzato lo stile linguistico di Martin che, ancora una volta, riesce magicamente a trasportarti al centro esatto di una realtà fantastica ed emozionante, non sono riuscita a lasciarmi completamente andare durante la lettura di questo romanzo. Credo che , fondamentalmente, manchi quella perenne adrenalina che esplode letteralmente tra le pagine de Le cronache del ghiaccio e del fuoco e che, invece, in questo romanzo fatica decisamente a scalfire la superficie. Mancano i colpi di scena, personaggi a cui affezionarsi al primo incontro o odiare sperando ardentemente nella loro fulminea dipartita, quello stile cruento e diretto in grado di spiazzare il lettore, lasciandolo irrimediabilmente col fiato sospeso. Con questo non posso nemmeno dirvi di esserne rimasta delusa, non potrei mai esserlo quando si tratta di un autore che porta con sè il senso più puro ed ammaliante del fantasy, ma probabilmente - avendo letto, divorato e amato la saga - mi aspettavo un po' di più da Il cavaliere dei sette regni. 
Oltre a seguire l'evolversi degli imprevisti che viaggeranno insieme a Dunk e Egg come ospiti inattesi, ho amato particolarmente individuare elementi di collegamento con gli avvenimenti e i personaggi già incontrati nel mondo di Westeros; non sarà facile e le difficoltà maggiori arriveranno proprio nel riuscire a districarsi tra le case ben conosciute e quelle nuove di un passato oramai dimenticato nella saga. 
Ma voglio lasciarvi qualche appunto per stuzzicare un po' la vostra curiosità..
Sappiamo che Egg verrà da tutti conosciuto come Aegon V l'Improbabile, salito ad occupare il Trono di Spade dopo la rinuncia del fratello maggiore, Aemon Targaryen che i fans della saga ritroveranno, molti anni dopo, come maestro alla Barriera che sembra decisamente simpatizzare per il giovane bastardo di Ned Stark. Nel terzo racconto del romanzi, infine, troveremo un'irritante cameo di uno dei personaggi più insipidi, vili e odiati dell'intera saga de Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Fidatevi, anche voi sentirete quel brivido inquietante percorrere la vostra schiena quando lo incontrete, silenzioso e ancora innocente, durante la narrazione. 

Perchè vi consiglio Il Cavaliere dei Sette Regni. 
Tenendo bene a mente quanto detto sino ad ora, mi sento di consigliare la lettura di questo romanzo a quanti, come la sottoscritta, hanno perdutamente amato i primi 12 libri della saga più tempisticamente attesa della storia letteraria moderna. A quanti, invece, non si sono ancora approcciati al mondo entusiasmante di Martin o non hanno abbracciato il genere fantasy, il mio consiglio è di puntare verso altri inizi per non rischiare di bruciare un'esperienza letteraria che sarà in grado di lasciarvi senza fiato, conducendovi al centro esatto di una realtà fantastica ed irresistibile!

Ed ora la parola passa a voi.. 
Cosa ne pensate di questo romanzo? Avete divorato la saga e siete telefilmicamente ossessionati da Game of Thrones, pronti a fare una statua d'oro a quelli della HBO?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti.. 
Cristina
0

SCRITTORI EMERGENTI #58 : Attesa di Irene Milani

Buongiorno Lettori! 
Dopo qualche giorno di inconsueto silenzio - a dispetto del nome scelto sono una chiacchierona anche se cerco fallendo miseramente di non darlo troppo a vedere! - torno nuovamente a scrivermi presentandovi - nella nostra immancabile rubrica del venerdì dedicata agli #scrittori emergenti - una scrittrice che aveva già fatto capolino tra queste parti con il suo primo lavoro letterario Il Ritratto e che sono felice di ospitare nuovamente con il suo seguito: Attesa.
Potete acquistare il romanzo in questione su Amazon e negli altri stores digitali sia in cartaceo che in digitale; su Wattpad potete anche trovare uno spinoff - da scaricare gratuitamente - del romanzo raccontato dal protagonista maschile. Se, invece, siete curiosi di conoscere l'autrice più da vicino, potete ben farlo collegandovi alla sua pagina facebook.

Prezzo: 14.50€ - 1.49€ | Pagine: 167
Perché nessuno legge Romeo e Giulietta? 
Non sanno che chi si ama veramente fa di tutto per superare ostacoli e vincoli? Perché bisogna sempre arrivare alla tragedia?
Cosa devono sopportare due quasi ventenni normali per poter vivere una storia d’amore osteggiata dalle famiglie e da tutti quelli che li circondano? Quanto tempo deve passare perché le ferite del passato vengano sanate? 
Tristan e Isolde, come due personaggi di una tragedia Shakespeariana, moderni Romeo e Giulietta proveranno sulla loro pelle quanto il rancore e la vendetta siano difficili da sradicare, con Manfred, il fratello di lui, come unico alleato.
Con l’inizio dell’Università Isolde e Tristan portano avanti, tra mille problemi e imprevisti, la loro storia clandestina. 
I due ragazzi vivono la situazione con sentimenti contrapposti: lui caricandosi di sensi di colpa per gli eventi del passato e per le sofferenze che provoca a Isolde, lei alternando ottimismo e sfiducia. L’unico possibile alleato pare essere il fratello di lui, Manfred. Nonostante i buoni propositi i due non riescono a trovare il coraggio per manifestare pubblicamente il proprio legame per paura delle reazioni dei familiari, finché un evento tragico permetterà l’ufficializzazione del legame tra i due giovani che finalmente potranno vivere il loro amore alla luce del sole, senza più temere i fantasmi del passato.

Irene Milani è nata a Milano nel 1977 dove si è diplomata al Liceo Scientifico al termine del quale ha studiato Conservazione dei Beni Culturali all'Università di Parma, conseguendo la laurea nell'indirizzo archeologico. Dopo il matrimonio si è trasferita in provincia di Como dove abita ancora oggi. Insegnante di italiano alle scuole medie, una dei tanti precari di cui si parla nell'ultimo periodo, mamma di Mattia e Stella, di nove e tre anni. Da accanita lettrice, ha iniziato a scrivere un po' per sfida! 
Attesa per Lettere Animate è il seguito di Il Ritratto.
Cristina
0

ANTEPRIMA #55 : La Pietra di Luna di Wilkie Collins

Un testo esemplare. 
Un romanzo ragguardevole, avvincente, opportunamente fluviale 
e, in- sieme, un libro-simbolo del noir! 

Torna in libreria - per la casa editrice Fazi Editore - un romanzo che potremmo definire come il vero precursore del genere poliziesco, noir e thriller sotto diversi punti di vista. 
Wilkie Collins raggiunge, infatti, l'apice del successo internazionale proprio nel 1868 con l'uscita di La Pietra di Luna che, dal prossimo 14 Luglio, potrebbe fare il suo trionfante ingresso nei vostri scaffali con una copertina semplicemente irresistibile, raffinata ed elegante!

Prezzo: 19.00€ | Pagine: 572
La pietra di Luna - prezioso e antico diamante giallo originario dell'India - dopo una serie di avventurose vicissitudini  sopportate nel corso dei secoli, giunge in Inghilterra e viene donata a una giovane nobildonna di nome Rachel Verinder nel giorno del suo diciottesimo compleanno. Il gioiello di valore inestimabile scompare in misteriose circostanze, quella notte stessa, e un famoso investigatore il sergente Cuff viene incaricato di ritrovarlo. L'indagine, per quanto accurata, non porta ad alcun risultato e causa, anzi, sgomento e confusione sia tra i membri della famiglia Verinder che nella servitù. Il romanzo, in cui tutti i personaggi sono apparentemente innocenti ma allo stesso tempo possibili colpevoli, si sviluppa seguendo le sorti della pietra di Luna, in un groviglio di eventi drammatici raccontati, di volta in volta, dai diversi protagonisti. A fare da sfondo a questo giallo così magistralmente costruito c'è una romantica storia d'amore che, insieme alla suspense e alla curiosità, tiene il lettore avidamente inchiodato al libro dalla prima all'ultima pagina. Unanimamente riconosciuto come uno dei più grandi capolavori di Collins, La pietra di Luna, alla sua uscita nel 1868, consacrò il grande successo dell'autore e riuscì addirittura a destare l'invidia di Charles Dickens, suo grande amico e maestro.

Wilkie Collins ( Marylebone 1824-1889 ) è stato uno scrittore inglese, amico e collaboratore di Charles Dickens. La sua produzione letteraria - in particolar modo quella fantastica - è di assoluto rilievo, ma non vi è dubbio che ad oggi sia maggiormente conosciuto dal grande pubblico per i romanzi gialli come La donna in bianco, La legge e la signora, La follia del Monkton e ovviamente La pietra di Luna. G.K. Chesterton ebbe una volta modo di scrivere relativamente a Dickens e Collins: Erano due uomini che nessuno può superare nello scrivere storie di fantasmi!
Cristina
0
Powered by Blogger.
Back to Top