Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

[ PREMIO BANCARELLA ] RECENSIONE: Il Giardino dei Fiori Segreti di Cristina Caboni | Garzanti

Buongiorno Lettori! 
Dopo una notte passata praticamente in bianco e con qualche vecchio pensiero in testa, questa mattina torno a vestire i panni da #bancarellablogger per parlarvi di uno dei 6 romanzi finalisti del Premio Bancarella e, nello specifico, di Il giardino dei fiori segreti di Cristina Caboni edito Garzanti.

CI HANNO DIVISE.
MA IL NOSTRO DESTINO CI ASPETTA.
PERCHÈ TRA LE SPINE OGNI ROSA CRESCE PIÚ FORTE.

IL GIARDINO DEI FIORI SEGRETI di Cristina Caboni
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 330
Londra, Chelsea Flower Show, la più grande mostra di fiori del mondo. Sotto gli archi carichi di rose, Iris Donati è felice: fra le piante si sente a casa. Una casa vera, quella che non ha mai avuto, perché fin da piccola ha vissuto in giro per il mondo sola con il padre. Mentre si china per osservare meglio una composizione, Iris rimane paralizzata. Si trova di fronte due occhi uguali ai suoi. Gli stessi capelli castani. Lo stesso viso. La ragazza che ha davanti è identica a lei. Viola è il suo nome. Anche lei ama i fiori e i suoi bouquet sono fra i più ricercati di Londra. Tutte le certezze di Iris crollano in un istante. Quella ragazza è la sua sorella gemella. Sono state divise da piccolissime, e per vent’anni nessuna delle due ha mai saputo dell’esistenza dell’altra. Perché? Ora che sono di nuovo riunite, Iris e Viola devono scoprirlo. Il segreto si nasconde in Italia, a Volterra, dove sono nate. Tra viali di cipressi e verdi declivi, sorge un’antica dimora circondata da un giardino sconfinato. È qui che i Donati vivono da generazioni. Ed è qui che Giulia Donati, la loro nonna, le aspetta. Solo lei può spiegare davvero perché sono state separate e aiutarle a trovare il sentiero giusto per compiere il loro destino. Iris e Viola non lo sanno, ma ogni coppia di gemelle della famiglia, da secoli, ha un compito da svolgere per salvaguardare la sopravvivenza del giardino. Devono imparare cosa significa prendersene cura, e soprattutto devono capire il suo grande potere: quello di curare l’anima. Ma c’è un mistero che affonda le radici nel passato della famiglia Donati, e che sta uccidendo il giardino. Solo Iris e Viola possono salvarlo. C’è una rosa nascosta che può spiegare tutto: perché è attraverso le spine che nasce il cuore più prezioso.

LA RECENSIONE!

Non avevo mai letto Cristina Caboni e Il giardino dei fiori segreti è stato il mio primo spontaneo approccio con la sua scrittura intensa e comunicativa, con il suo stile magico e scorrevole, con una storia che mi ha rapito, coinvolto ed emozionato come mai mi sarei onestamente aspettata.

« Il giardino è comtemplazione, spazio. 
E' il luogo dove poggiare i propri pensieri, ma soprattutto il giardino è silenzio! »

E' la storia di due gemelle, Iris e Viola. Iris è una ragazza ottimista e profondamente altruista, cresciuta con il padre in giro per il mondo senza avere radici o un luogo da chiamare casa. Viola, invece, è schiva e diffidente, incapace di trattenere le sue pungenti opinioni, ma nascondendo gran parte dei suoi sentimenti in luoghi protetti ed inaccessibili. Iris e Viola non si conoscono. Divise tra i due genitori - Francesco e Claudia - in tenerissima età, infatti, sono ignare della rispettiva esistenza... almeno fino a quando il fato decide di metterci il suo curioso zampino! 
E' proprio la comune passione per i fiori che conduce le due ragazze sul medesimo cammino, scatenando inevitabili reazioni ed inaspettate conseguenze che coinvolgeranno l'intera famiglia Donati, portando a galla silenzi e dissapori, vecchi rancori e lontani segreti che, finalmente, vedranno la luce del sole.

Teatro dell'intera vicenda è La Spinosa - roccaforte della famiglia Donati dove attualmente vive Giulia, nonna paterna e donna forte, austera e con un carattere difficilmente domabile - insieme al suo misterioso giardino, oramai privo di quella bellezza incontrastabile che lo ha reso famoso ed imprescindibile negli anni, legato alla storia della famiglia e, in particolare, ai gemelli Donati chiamati a custodirne ogni bellezza ed ogni suo inestimabile segreto.
Fin dalle prime pagine risulta chiaro al lettore il profondo distacco esistente nella famiglia Donati insieme alla glaciale tensione che lega i protagonisti di questa storia. Quello che troverete descritto tra le pagine di Il giardino dei fiori segreti è un racconto familiare di pregevole fattura, in grado di unire in modo preciso e mai scontato vicende personali e lontani misteri che verranno svelati, con la giusta dose di pazienza ed umana curiosità, lungo l'intero arco della narrazione, lasciando il lettore con quel senso di incertezza e bramosità di conoscenza, pagina dopo pagina.

« Era quello il potere del perdono. 
Era la capacità di liberare l'anima e di andare avanti senza le inutili zavorre del rancore... »

Lo stile linguistico e narrativo adottato dalla Caboni si presta perfettamente a creare quell'aura di tensione misteriosa capace di coinvolgere il lettore e spingerlo fino all'essenza più pura ed inspiegabile del romanzo.
Quella leggenda che viene più volte richiamata dai suoi personaggi si inserisce perfettamente nelle maglie di una storia intensa e comunicativa, affascinante e complessa in grado di lasciare il suo lettore con il fiato sospeso e con mille supposizioni in testa, immerso tra le meravigliose colline toscane, stuzzicato da quell'odore pungente e naturale che lo conduce, passo dopo passo, sino ad un epilogo tutt'altro che scontato!
Sono rimasta affascinata dalle descrizioni che l'autrice regala spontaneamente, senza filtri o inutili forzature, permettendo così il lettore di toccare quasi con mano ogni angolo di quel giardino che sembra oramai familiare e provare, con la stessa sorprendente forza, quelle emozioni, intense e profonde, che i protagonisti di questa storia sono chiamati ad affrontare, crescendo di pari passo ai semi che curano con pazienza, dedizione ed amore.

Il giardino dei fiori segreti è un romanzo che parla di scoperta e perdono, di memorie lontane e ricordi da costruire, di vecchi rancori e nuove possibilità unendo in un quadro naturalmente impressionista vita, decisioni sbagliate ed umane emozioni che sverranno svelate attraverso decise pennellate di colore improvviso, inaspettato e meraviglioso in grado di coinvolgere ed appassionare senza il minimo sforzo.

1 commento

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top